Bendita crisis

Da: Maria Ferreira

Molto è stato fatto degli effetti della crisi finanziaria. Tutte le informazioni siamo saturi dal catastrofico che consumano il nostro pane quotidiano. Se ancora nessuna pane. Quando si parla di come la crisi sta colpendo ONG focalizzata sulla aiuti internazionali, la tesi è fondata, Nella maggior parte dei casi, su argomenti tiepide e vigliacco che trasformano la perdita del punto di nero che affonda in un grafico.

Forse è l'unico modo per sopravvivere. E mi riferisco in particolare a tutti coloro che, ad un certo punto nella nostra vita, ci imbarchiamo in questa bugia monumentale che è "in lotta per un mondo migliore", e oggi camminiamo insieme in uffici con aria condizionata, osservando e assumendo che i numeri dimostrano empiricamente che un determinato progetto non è redditizio, ciò che ci portano a concludere che dobbiamo fare dei tagli o delle risorse umane senza.

I pazienti saranno senza farmaci. Né pagheremo i trasferimenti ambulanza. Né il cibo. Ma questa non è una tragedia

Tagli, nel caso di ONG che conduco, presumono che i pazienti psichiatrici hanno finora beneficiato del progetto sarà senza farmaci. Né pagheremo i trasferimenti ambulanza. Né il cibo. Ma questa non è una tragedia di oggi, chiamato aneddoto personale. La crisi permette, anche, classificazione che deficit, così possiamo affogare i nostri dispiaceri in una birra fredda, dopo la riunione, senza sentire che il mondo è miserabile. Che siamo infelici. Bendita crisis.

Parte del mio lavoro è quello di percorrere le strade del Muranga (un'area situata 60 Al chilometri a nord di Nairobi) con Sig.. Ndung’u, infermiere psichiatrico, di assumere farmaci per pazienti psichiatrici che non possono viaggiare per il centro di salute. Non un grosso problema. La nostra ONG non ha intenzione di salvare il mondo. Ma finora siamo stati in grado di garantire farmaci e cure mediche gratuite per un 120 pazienti. E stiamo parlando di pazienti psichiatrici, che porta un enorme stigma in quella regione Kenya. Molti sono abbandonati sulle strade, rinnegati dalle loro famiglie, e accusato di essere dannati.

Il mio lavoro è quello di percorrere le strade del Muranga con il signor. Ndung’u, infermiere, di assumere farmaci per pazienti psichiatrici

Quando ho intrapreso questo progetto, Sapevo che non sarebbe stato facile. La malattia mentale, dalla connotazione malattia cronica comporta, redditizie. Ma io ero pieno di speranza e pensavo di poter convincere il mondo della necessità di nobilitare le persone con cui ho lavorato. Le persone a cui ora si riferiscono a numeri, come perdite, fattori non redditizie. La crisi mi ha dato il dono della disaffezione. Bendita crisis.

Ieri mi sono reso conto che le terribili ONG sottostante l'ego di chi comanda. Le perdite e la mancanza di fondi si traducono in una paura che ci rende cauti. E sì, Signori, cautela è di solito nella maggior parte dei casi, essere più di un eufemismo vigliacchi. Abbiamo preso rifugio in teorie, specialisti, in analisi, e cercare di salvare il nostro progetto, nascondere la nostra paura del fallimento personale e cercando, primariamente, salvaguardare il nostro culo.

La cosa terribile che sta alla base delle ONG è l'ego di chi comanda. Le perdite e la mancanza di fondi si traducono in una paura che ci rende cauti, essere un eufemismo più vigliacchi

So che le ONG non sono l'amore. Così ho imparato. So anche che avete un po 'romantico, e un sacco di stupidi, modificarne come stanno le cose. So che ci sono progetti che non vendono, come lavorare con la malattia mentale. Per il mio progetto, tradotto in numeri, significa che ho "x" i pazienti cronici che assumeranno le spese di "x" al mese per tutta la vita, senza produrre nulla nella società. Pérdida. Il denaro è semplicemente andando a nobilitare, allevPerditardida. So anche che la società è radicalizzato, e le ONG sono considerate, molte volte, come il mezzo ideale per effettuare un nuovo modello di colonialismo, anche l'approfondimento dipendenza perversità, ecc. Ma queste discussioni, Mentre necessaria, problema più volte puntare, e proporre soluzioni di uno che non è la vita di tutti i giorni folli in quella realtà.

Questi anni ho sentito molte volte "non è redditizio", ieri mi sono trovato a maledire il mio ideale. Mi chiesi se fosse giunto il momento di smettere di giocare il mondo è un posto decente per lavorare in qualsiasi catena di hotel (perché con una laurea e un altro nel processo non posso puntare più in alto in questo paese).

Ieri mi sono trovato a maledire il mio ideale, chiedendosi se sarebbe giunto il momento di smettere di giocare il mondo è un posto decente per lavorare in qualsiasi catena di hotel

Ma, poi, tra molte ambiguità che convergevano su quei grafici, Ho visto pazienti, Ho visto la mia squadra di infermieri, Ho visto i venti bambini che oggi abbiamo in orfanotrofio. E ho pensato che questa crisi benedetta, siamo in grado di rimuovere l'illusione, siamo in grado di togliere il desiderio di credere in qualcosa che non è economicamente produttivo, ma per favore, non toglierci la dignità. Per favore, tutti coloro che sono a capo di un progetto umanitario piccolo e folle, non abbandonare. Che tutte queste persone che fanno parte dei nostri grafici in negativo sanno che non stanno andando a lasciarvi soli. Non mancano mai di guardare avanti a ciò che hanno creduto. Che questa crisi nella santa Dejean, almeno, l'opportunità di essere padroni delle nostre piccole imbarcazioni. Qualcuno o qualcosa ci rendono ratti.

Se volete saperne di più sui progetti Africa Karibuni: http://www.karibuniafrica.org/

  • Facebook
  • LinkedIn
  • Twitter
  • Meneame
  • Share

Commenti (6)

  • Mayte

    |

    La verità è che non so cosa dire, Perché aggiungere a questo articolo scritto con tanto cuore e sensibilità…
    Almeno, Voglio dire che si ottiene la mia mente e vi dico che ci sarà sempre qualche pazzo che vogliono cambiare il mondo e di continuare a bordo, anche se sembra che la barca sta affondando.
    Un abbraccio

    Risposta

  • Juan Antonio Portillo

    |

    Di fronte a tanta ipocrisia e l'inganno che ci circonda, ancora credere che @ s che aiutano, Ammiro il tuo coraggio, la tua sincerità e le tue parole emerse dal tuo cuore, Maria.

    Abbracci e baci

    Risposta

  • Laura

    |

    Complimenti per il vostro lavoro di Maria!!! Non posso gettare la spugna, anche se ci sono giorni in cui tutti noi faremmo bene.
    Ma,Che cosa sarebbe il mondo senza persone come te ?
    Il mondo ha bisogno di più persone in lotta per quello in cui credevano e continua a trasmettere, come te, nonostante i problemi che appaiono sulla strada.
    Molto incoraggiamento e buona fortuna.

    Risposta

Scrivi un commento

Ultimi tweet

RT @ Viajespasado: Hoy nos vamos a Campeche, el mejor secreto de México. Ruinas mayas, ciudad colonial, buena comida, spiagge, naturaleza y t…

Marina Galzerano Marina Galzerano

RT @ Viajespasado: Hoy nos vamos a Campeche, el mejor secreto de México. Ruinas mayas, ciudad colonial, buena comida, spiagge, naturaleza y t…

Ricardo Coarasa Ricardo Coarasa

RT @ Viajespasado: Hoy nos vamos a Campeche, el mejor secreto de México. Ruinas mayas, ciudad colonial, buena comida, spiagge, naturaleza y t…

RealRufo RealRufo

RT @ Viajespasado: Hoy nos vamos a Campeche, el mejor secreto de México. Ruinas mayas, ciudad colonial, buena comida, spiagge, naturaleza y t…

javier brandoli javier Brandoli