Budapest: per soddisfare Sandor Marai

Da: Mayte touch (Foto T. B. / M. T. / Marci Hamvas)

Viaggiare è un piacere per i sensi, ma il viaggio sulle tracce di un libro o un autore che ha scritto supera di gran lunga il piacere. Ho più volte dai cinque continenti, a volte alla ricerca di quelle storie non scritte, se questi altri scritto e registrato nella mia memoria. Ho viaggiato a Karlovy Vary sotto l'influenza di Milan Kundera. Anni fa, Ho avuto l'onore di conoscere personalmente Stephen Vicinzcey Londra e seduto sulla sua scrivania davanti a un grande ritratto del grande Stendhal, Vicinzcey dove scrisse "In Praise of Older Women". Questa volta la mia passione era ancora uno scrittore dell'Europa dell'Est, Sandor Marai, nacido in Kassa in 1900 e cresciuto a Budapest, Ungheria.

Quest'uomo di fronte principessa rana e l'anima mi sono innamorato al primo assalto letterario. Qual è per me il suo capolavoro, "Le donne semplicemente", rivela la sensibilità di uno scrittore che ha capito l'essenza degli esseri umani e le loro limitazioni. Il suo lavoro altro grande, "Confessioni di un borghese", è che, una confessione lunga e bella di un borghese che non ha mai voluto essere. Questa anima bella, letteraria e coraggioso finì i suoi giorni sparando la 89 anni. Dal momento che la morte non era, Fu lui a incontrare.

Ho lasciato i miei bagagli nella casa di una donna umile vecchia affittato una stanza della vostra casa pulire il fiume

Quindi, con molto entusiasmo e poche informazioni sulla città ho preso un volo per Budapest e mi trovavo di fronte al Danubio.

Ho lasciato i miei bagagli nella casa di una donna umile vecchia affittato una stanza della vostra casa pulire il fiume. La piazza centrale, dove è stato chiamato l'edificio Ter Forza. Era uno di quei vecchi edifici e le dimensioni imponenti portali porta del castello, che si è aperto con una pesante chiave in metallo di spessore. Un bar arcaici ascensore bronzo galleggiava al cigolio quarto piano, dove ho inserito l'appartamento, Credo che per la porta di servizio. In realtà ho il sospetto che tutto il vecchio appartamento dove viveva un tempo era la sede di servizio. Questo mi ha fatto pensare di nuovo di Sandor Marai e le sue storie. Poteva essere stata la Judit molto, le donne solo.

E 'romantico, Barocco, classico, Rinascimentale e moderna allo stesso tempo. Il fiume passa sotto l'ombrello dei ponti eleganti orgogliosi

Mi vengono in mente molte parole per descrivere Budapest, ma la migliore è eleganza definivano. Con Budda ad un lato del fiume e Peste altro, questa città è molto ricorda una fiaba. E 'romantico, Barocco, classico, Rinascimentale e moderna allo stesso tempo. Il fiume passa sotto l'ombrello dei ponti look elegante e distinto peso magnifica di alcuni edifici, belle spiagge e le altre città non avevo intenzione di dare i suoi frutti nelle eleganti anima di persone!

Tra le numerose chiese fuori le note Mendelssohn, Bach; nelle vie del centro, pedonale, bande animano le terrazze, caffè ... dove le donne si sentono belle e gli uomini guardano con vergogna.

Sono andato in ufficio turistico per chiedere come potesse raggiungere il quartiere, nome impronunciabile, dove aveva vissuto Marai, ma nessuno sapeva chi fosse.

Mi sono arrampicato il grande palazzo del Buddha e, sceso in una zona dimenticata e tranquillo, dove c'era un'anima, per trovare finalmente il busto di Marai

Camminando ho potuto trovare una piccola galleria su di esso, dove potevo acquistare i libri e la sua biografia in lingua inglese. Mi sono arrampicato il grande palazzo di Buddha, e scese di nuovo ad un quartiere dimenticato e tranquillo dove c'era un'anima, per trovare finalmente il busto di Marai. Rimasto nascosto dal trambusto dei turisti che visitano il palazzo a pochi metri al di sopra. Qui, per fortuna, era fuori della guida turistica. Mi sedetti su una panchina accanto a lei a guardare. Era estate e il caldo era tremendo. La temperatura a Budapest in estate può raggiungere 40 gradi. Mi sentivo nostalgia e un po 'tristezza vederlo lì così dimenticato, al centro di una piccola intersezione, come al solito con me busti immortalati o le tombe di personaggi famosi. Vedi Marai era stato un grande privilegio per me, alla fine lui e io eravamo lì da sola, a Budapest.

La ricerca condotta:

  • Facebook
  • LinkedIn
  • Twitter
  • Meneame
  • Share

Commenti (8)

  • Juan Antonio

    |

    Grazie Mayte. Grazie per il vostro modo di raccontare con le quali i trasporti, e mi fanno camminare per le strade di Budapest. Bella avete fatto la ricerca per la fine di sedersi faccia a faccia con Sandor….. Mi piace la tua scrittura. Besos

    Risposta

  • Xavier

    |

    Storia Mayte Nizza. Calma, dolce, sincero… Mi piace viaggiare sulle tracce di un libro o uno scrittore

    Risposta

  • Belen

    |

    Ancora una volta si vive lo stesso sogno e la passione che hai provato in quei viaggi. Grazie Mayte!

    Risposta

  • Valeria Alfie

    |

    Quel viaggio che hai fatto abbastanza Mayte. E hai privillegio condivisione di un momento solo con Sandor Marai!
    La ringrazio molto per aver condiviso la tua esperienza!
    Valeria

    Risposta

  • ita

    |

    Linda esperienza, Spero che un giorno a visitare questi luoghi!

    Risposta

  • Roses

    |

    Justo hace una semana que me fuí a Budapest buscando lo mismo que tú, sin haber leido tu encuentro. Busqué, ha chiesto, y nadie me dió indicación de dónde podía encontrar una huella de ese, per me, maravilloso escritor. Pero me empapé del aire, de las imágenes que me había descrito Marai de su Budapest. Una ciudad excepcional.

    Risposta

  • M. Isidoro S. H.

    |

    Nada complicado localizar la calle donde vivió Márai en Budapest, Mikó Utca, y el busto en su memoria ubicado en la parte más alta de la misma calle. Me hizo ilusión saludarle ……..

    Risposta

  • Mayte

    |

    Me alegro que te fuese facil Isidoro, y que te hiciese ilusión saludarle, a mi tambien!

    Risposta

Scrivi un commento

Ultimi tweet

RT @ Viajespasado: Este reportaje de cientos de desplazados por violencia en Chiapas lo hice en febrero para El Mundo. Dejé el periódico vol…

martin pelle martin pelle

RT @ Viajespasado: Este reportaje de cientos de desplazados por violencia en Chiapas lo hice en febrero para El Mundo. Dejé el periódico vol…

Mònica de Cossio Monica de Cossio