Pacific Series in DVD e Blueray
El mundo de equipaje. El primer libro de Ediciones ViajesalpasadoEl Maconde Africano de Javier Brandoli. Un libro de Ediciones Viajesalpasado

Nicaragua: sterile sacrificio rivoluzionario

Da: Pepa Ubeda (testo e foto)
La maggior parte del movimento storico sandinista si è allontanata dal Ortega e il sandinista cui le persone sono, antimperialista e progressive- vuole rovesciare un governo corrotto e repressivo
  • Condividere

Su un treno salendo sulle Ande

Da: Javier Brandoli (testo e foto)
Salì un altopiano tra 3000 e 4000 metri. Riesci a crederci? Come se il mondo potrebbe essere capovolto senza cadere nulla. Il treno soffiò il fumo e noi la vita. Dalla nostra finestra abbiamo guardato le erbe steppa Ande e la pioggia e la gente coriacee dal sole freddo.
  • Condividere

tempo sortilegio uruguaiano

Da: Laura Berdejo (testo e foto)
tempo sortilegio uruguaiano
Coloro che non sono di qui erano un po 'incantato con quegli uruguayani. Non tanto per la sua capacità di andare a correre da un lavoro ad un altro o conoscere maglia, fare torte, fissare motori o di danza, ma a causa del suo valore di portare alla ribalta il tutto che sa comporta, disordine, il caos o di vuoto che spaventa sia il mondo occidentale.
  • Condividere
 
 

Mongolia: l'uomo e la terra
Da: María Traspaderne (testo e foto)

Ho viaggiato in Mongolia per guardare negli occhi di quelle persone che vive 40 gradi sotto zero nel mezzo della pianura, quelle persone che hanno così poco attaccamento alle cose che cambiano il vostro sito a casa ogni sei mesi.
  • Condividere
 

Modi di viaggiare
Da: Ricardo Coarasa (testo e foto)

Le motivazioni per i viaggi sono infinite. Viaggiamo dietro paesaggi, di persone, delle città o sulla scia di un sogno d'infanzia o una scena letteraria. Viaggiamo, anche, per il puro piacere di routine di fuga. E voi, Perché si viaggia?
  • Condividere
 

I rifugiati abbandonati nelle montagne del Chiapas
Da: Javier Brandoli (testo e foto)

Ho realizzato questo rapporto nel mese di febbraio 2018, prima di lasciare volontariamente il corrispondente di El Mundo in Messico lo scorso aprile. Il giornale non ha ancora pubblicato e continuare a ricevere messaggi di conflitto settimanale, video di sfollati, dichiarazioni di maggiore violenza e su esplicita richiesta dei gruppi di vittime per compiacere pubblicarlo e così un conflitto che ci sono poche informazioni sul terreno è noto.
  • Condividere
 

Ultimi tweet