Viaggia per il mondo senza lasciare Madrid

Da: VAP
Immagine precedente
Immagine successiva

informazioni intestazione

contenuti informazioni

Hai mai sognato di lasciare tutto e andare a vedere il mondo? Potresti averlo fatto o potresti semplicemente essere interessato ad ascoltare le storie raccontate in prima persona, l'ex, come è stato fatto prima, senza uno schermo in mezzo e guardando il tuo viso. Persone, esempi, narrando percorsi incredibili, parlando con noi, sciogliendo risate e lacrime, sedie a sdraio e lavelli, tramonti e cibi in scatola, paesaggi impossibili e notti di festa dove non si capisce niente… Non sono eroi, né esseri speciali, son sólo esa tribu fascinante que se llama «viajeros». Persone che vogliono prendere a calci la Terra che saranno a Madrid 28 e 29 Maggio, in una conferenza che finge di essere solo un grande viaggio condiviso. Nient'altro… un grande viaggio.

Girare tutto il mondo, viaggiare attraverso l'Asia conoscendo tutti i suoi paesi o viaggiare per mesi su percorsi mitici come la Via della Seta o l'Autostrada Panamericana sono sogni che tutti i viaggiatori hanno avuto ad un certo punto.. La verità è che fino a poco tempo fa viaggi come questo era considerato una follia, o forse privilegiato, poiché si presumeva che fosse necessario essere ricchi per intraprenderli. Ma, sempre più persone stanno trasformando i loro sogni in realtà dimostrando che quei miti non erano veri. Sono sempre di più le testimonianze di viaggiatori che hanno abbattuto le loro paure, parcheggiò temporaneamente il suo lavoro, ha affittato la sua casa e ha fatto le valigie per inseguire il viaggiatore dei suoi sogni.

Non esiste un unico profilo. Sono molte le donne che hanno intrapreso questi viaggi da solista, come Candida García, "Kandy, la nonna con lo zaino in spalla ”che se n'è andata con 66 anni per viaggiare per il mondo. Anche Martina e Marta, una coppia che ha parcheggiato il proprio lavoro per visitare l'Asia e l'America per due anni. La Veronica disossata, che ci spiegherà la sua incredibile carriera itinerante dopo aver già fatto tre grandi viaggi. Marta Samalea accompagnata da Boris Kanev ci racconterà il suo percorso da e per l'India in autostop per più di due anni.

I viaggiatori che hanno fatto il giro del mondo in bicicletta passeranno di qui, andando, Motocicletta…

Anche famiglie che sono uscite per girare il mondo in un vecchio 4×4 adattato per trascorrere mesi in viaggio, educando sua figlia lungo la strada, senza perdere nulla dentro o fuori. Teo Romera, noto come Mr. Hicks46, che ci racconterà come ha fatto il giro del mondo in moto senza spendere una fortuna e senza curarsi di qualche graffio. Alcuni hanno anche fatto il giro del mondo a piedi, come Nacho Dean, o in bicicletta, come Salva Rodríguez, in un viaggio di oltre nove anni che lo racconta con tanta passione che quando finisce di parlare ha bisogno di un asciugamano per asciugarci. E avremo coppie che hanno girato l'Asia per mesi, come Juan Actis e Flor Vallejo.

Sono tutti viaggi fantastici, intrapreso da persone normali che un bel giorno, semplicemente, decidieron hacer realidad su sueño y salieron a recorrer el mundo con una mochila cargada de ilusión y curiosidad. E

Conoscerli, ascoltare le loro testimonianze e sapere come hanno fatto è facile: tutti questi viaggiatori saranno presenti alla Conferenza IATI sui Grandi Viaggi, tenutasi a Madrid il 28 e 29 Maggio all'Auditorium dell'Istituto Beatriz Galindo, Goya 10. Un evento imprescindibile per chi sogna di realizzare un viaggio come questo, per chi ama ascoltare storie e aneddoti itineranti, per chi ama circondarsi di altri giramondo. A peggiorare le cose, ci saranno laboratori video, blog, la fotografia, salute e preparazione per un viaggio in moto.

E a Madrid, prima, si tiene il 1 ° Travel Film Festival, con la proiezione di due film itineranti e dei vincitori del concorso di cortometraggi di viaggio # TravelShorts2016. Un evento irrinunciabile per ogni amante dei viaggi, di cui puoi leggere maggiori informazioni in www.jornadasgrandesviajes.es

 

  • Condividere

Scrivi un commento