Una settimana dopo ...

Da: Javier Brandoli (testo e foto)
Immagine precedente
Immagine successiva

informazioni intestazione

contenuti informazioni

La povertà è sempre visitare con gli occhi semi aperti. C'è un misto di curiosità e vedere come terribilmente arrossire che può vivere per gli altri. Una sorta di attenzione a non essere scoperto, come un voyeur nel mezzo di un'orgia di miseria. La mia visita alla borgata aveva tutto ciò che. Abbiamo organizzato, attraverso l'ex scuola di inglese più pulito un amico, un incontro con casa, con la vita, dietro pagamento di una somma di denaro per le spese di viaggio. E 'difficile capire che organizzano tour in giro per la città per vedere da un autobus come gola secca sono centinaia di migliaia di persone. L'unica differenza tra il nostro incontro e autobus noleggiato per la fame è che abbiamo preso la città reale di una famiglia abbiamo aperto le porte delle loro case. È il resto? Copertina, come quasi tutti.

Cosa ho trovato nei ghetti? Latta e cartone case a perdita d'orizzonte si inclina; bambini, miglia, giocare per giocare in ogni angolo; ragazzi che ho guardato con stupore; cordialità; strade di fango delimitate da detriti; un DJ che suonava la sua musica su un bidone della spazzatura, in mezzo alla strada, sotto l'occhio vigile del suo unico spettatore: un cane; una serie di barbecues, nascosti in baracche, dove le teste sono cotti agnelli (animali languono, con le teste nere e fumo bruciato, nel mezzo del marciapiede, morire); decine di contenitori convertiti nei parrucchieri, negozi e bar; auto con musica tonante; un gioco improvvisato di sesso con protagonista i bambini di strada in cui si offrono posti tribuna (una scatola di frutta) mentre lo si versa sopra la testa; una casa dove i sedili sono secchi di vernice; I bambini posano per la mia macchina fotografica per il piacere di vedere il mio schermo (chiedono, te miran, Rido di nuovo e chiedere un altro); alcuni reclami in merito foto sgradite; un centro commerciale pieno di pulito e moderno nei negozi europei; un annuncio per Cristiano Ronaldo; polizia, pistole e centinaia di persone in esecuzione; case di mattoni accanto a case di pezza; desolazione, gioia.

Latta e cartone case a perdita d'orizzonte si inclina; bambini, miglia, giocare per giocare in ogni angolo; ragazzi che ho guardato con stupore; cordialità; strade di fango delimitate da detriti; un DJ che suonava la sua musica su un bidone della spazzatura, in mezzo alla strada

Una settimana fa ero a Khayelitsa, Langa y Guguletu. Una settimana fa la mia visione di questo posto è cambiato. Una settimana fa mi sto preparando il ritorno. Ora, mattinata, Viaggerò otto giorni a Northlands spopola, al confine con il Botswana e la Namibia. A lasciare le mie prime tracce su Kalahari, uno dei simboli prima di questa avventura. Forse, se abbiamo tempo e voglia, finiscono per visitare la mitica terra di montagne: Lesoto.

Spaventoso pensare che ho trascorso un'altra settimana del mio tempo.

  • Condividere

Commenti (2)

  • ricardo

    |

    Xavier, Tempo avventuriero è eterno, dura fino a quando la vostra curiosità comincia a languire, e il vostro è qui per restare. Grazie per restituire lo sguardo dei miei viaggi africani attraverso il vostro cronica. Penso che già viene, per tutta la vita, un convalescente sopra la dolce malattia chiamata Mal Africa…

    Risposta

  • Lisetta

    |

    Questi cambiati, i tuoi occhi dicono felicità…, s fantastico vederti così. Ti amo, strano ma si mas…., essere felici!.
    Tus fantastico cronache…, nuova aria riempie l'anima di nostalgia!!!

    Risposta

Scrivi un commento

Ultimi tweet

Nessun tweets trovato.