Prefazione a un cammino iniziato

Da: Olga Moya (testo e foto)

Un amico una volta mi ha detto che le persone si dividono in due tipi: che meritano di essere regale Oceano Mare e il resto. Sentiva che sono stato il primo e mi ha dato la sua copia. Da allora, Alessandro Baricco è il mio autore preferito e il libro Oceano Mare sostenere i miei sogni. Un capolavoro. Un gioiello. Una bibbia pagana. Un lavoro d'oro squisito che intreccia un mondo straordinario di personaggi da sogno, così reale e incredibile come la vita, come la nostra, da cui si ha bisogno a volte sorprendente e senza pietà ci catapulta in un mondo di meraviglia che non è mai eterna. Ha approccio, metà e fine, come il libro stesso. E come viaggio. Soprattutto, da viaggio.

Almayer è la locanda in cui la storia si sviluppa. Coloro che hanno letto lo sanno, tuttavia, che è in realtà molto più

Confesso che, dato che, ogni volta che imbarcarsi in un nuovo viaggio inconsapevolmente cercano Almayer. Per coloro che non hanno letto il libro, Almayer è la locanda in cui la storia si sviluppa. Coloro che hanno letto lo sanno, tuttavia, che è in realtà molto più. Uno scenario passo, esperienze di laboratorio, limbo in cui peccati sono redenti, spazio sospeso in equilibrio su i propri sogni, come terra di tutti e come terra di nessuno può promettere solo avventure insolite e risultato insolito. Un luogo dove tutto è possibile. Come viaggio. Di nuovo, da viaggio.

Confessa, anche, Ho sempre finire il ritrovamento. La locanda, dire. E 'impossibile fare un salto nel mondo con uno zaino leggero e scarpe fame- e non sentire lo stesso disagio che Savigny al mare, affrontare le tue paure da Elisewin, ricerca dei limiti, sia personale o paesaggio- come fa Bartleboom. O trovare persone in fuga da se stessi Ann Devéria. Altri che cercano ispirazione per Plasson. E molti, molti, a guardarsi intorno con gli occhi di un bambino, con Dood, che sedeva sul cast curioso davanzale il suo sguardo verso l'esterno.

E 'impossibile fare un salto nel mondo con uno zaino leggero e scarpe fame- e non sentire lo stesso disagio

Almayer es, in ultima analisi, l'atto del viaggiare. Rete e il percorso simultaneamente. Metà e fine. Cerca e trova. E questo è quanto dice il mio libro preferito, "Tutto il resto non è stato ancora. Inventa-che sarebbe meraviglioso ". Inventare.

  • Facebook
  • LinkedIn
  • Twitter
  • Meneame
  • Share

Commenti (5)

  • Carlos Bayona

    |

    Loved Oceano Mare, e Crystal City e Land. Congratulazioni per arrivare qui, una rivista che ci fa sognare a molti. Seguirò. Benvenuto.

    Risposta

  • Carlos L

    |

    Bellissimo articolo Olga, Non ho letto oceano, ma dal momento che ho messo nella mia lista. Grazie per inventare.

    Risposta

  • Juan Antonio Portillo

    |

    Cosa buona firma!!!!
    Ho letto alcuni dei tuoi scritti sul tuo blog, Olga, e il gioco è passare con le lettere, molto buona!!!! Grazie

    Risposta

  • Lydia

    |

    Dopo aver letto il tuo articolo, Sono venuto avanti a leggere Oceano Mare.
    Mi piace quello che dici e come lo si fa.

    Risposta

  • Olga Moya

    |

    Grazie per le vostre parole di benvenuto! Sentite come pure con collane di fiori che sono gratuiti in alcuni luoghi remoti come un segno di ospitalità. Mettetevi comodi e riposo, che dalla scrittura prossimo inizierà a muoversi a partire dalla locanda (Torna alla ricerca di nuovo). PD. Sono contento che questo post serva a incoraggiare qualcun altro leggere Oceano Mare. Amo!

    Risposta

Scrivi un commento

Ultimi tweet

RT @ Viajespasado: Hoy nos vamos a Campeche, el mejor secreto de México. Ruinas mayas, ciudad colonial, buena comida, spiagge, naturaleza y t…

Marina Galzerano Marina Galzerano

RT @ Viajespasado: Hoy nos vamos a Campeche, el mejor secreto de México. Ruinas mayas, ciudad colonial, buena comida, spiagge, naturaleza y t…

Ricardo Coarasa Ricardo Coarasa

RT @ Viajespasado: Hoy nos vamos a Campeche, el mejor secreto de México. Ruinas mayas, ciudad colonial, buena comida, spiagge, naturaleza y t…

RealRufo RealRufo

RT @ Viajespasado: Hoy nos vamos a Campeche, el mejor secreto de México. Ruinas mayas, ciudad colonial, buena comida, spiagge, naturaleza y t…

javier brandoli javier Brandoli