Pacific Series in DVD e Blueray
El mundo de equipaje. El primer libro de Ediciones ViajesalpasadoEl Maconde Africano de Javier Brandoli. Un libro de Ediciones Viajesalpasado

Namibia: sei ancora due notti nubi di polvere

Da: Javier Brandoli (testo e foto)
In Namibia le distanze sono polvere. Sono calcolati a occhio, o almeno così dicono almeno quello che fanno gli uccelli quando attraversano i lunghi abbeveratoi di legno e se ne vanno con la paura di sbagliare e di raggiungere un posto. Non c'è tempo in Namibia, non è possibile, i giorni morti che devono sempre venire non lo permettono. E come fare allora? "Non c'è alcun modo, non viene fatto nulla in modo che non accada nulla. Ecco come accade tutto ", alcuni occhi ci hanno risposto.
  • Condividere
 
 

Quelle bellissime foto di South Luangwa

Da: Javier Brandoli (testo e foto)
Un paese che ha molta della mia immagine e il mio cuore in questo continente. Trovo sempre difficile entrare e in qualche modo non mi lascia mai andare. Anche adesso, per guasti, a causa di impegni e perché Zambia non so mai esattamente dove finisca. South Luangwa, come già il parco del Basso Zambesi, verranno sempre con me, andrà sempre nella mia memoria dell'Africa.
  • Condividere
 
 

E 25.000 miglia dopo… La fine è arrivata
Da: Javier Brandoli (testo e foto)

abbiamo guardato il mare, che in L`Agulhas oscilla violentemente, alla ricerca delle ombre inesistenti dell'orizzonte. E capendo che non lo erano, non ci sono angoli lì, abbiamo capito che la strada stava finendo e che eravamo giunti a destinazione. E sentiamo l'emozione del bambino che sogna e quella dell'adulto che realizza i suoi sogni.. Lo avevamo fatto, erano lì.
  • Condividere
 

La mejor puesta de sol que vi en África
Da: Javier Brandoli (testo e foto)

Era un hotel nuevo, Mkulo, il 15 euros el cuarto, que tenía un restaurante con grandes lazos en las sillas y lustrosas jardineras en el parking. Ma, pronto descubrimos que nuestro cuarto olía a cloaca. El limpio agujero en el suelo que era el retrete desprendía un olor que ocupaba todo el pequeño dormitorio hasta casi dar arcadas.
  • Condividere
 

Etiopia meridionale: la tribù degli sguardi morti
Da: Javier Brandoli (testo e foto)

E giorni dopo siamo scesi a Konso e abbiamo incontrato per caso il Samai.. Eravamo seduti in un bar rustico quando i fantasmi apparivano come non avevo mai pensato. Non sembravano uomini o animali, sembravano stampi di argilla che a malapena proiettavano un'ombra. E tutta la gente di Konso ha iniziato a circondarli e guardarli mentre guardi i fantasmi.
  • Condividere