Delhi (In): backpackers, l'odore e il décolleté

Da: Javier Brandoli (testo) Olga e Moya (foto)
Immagine precedente
Immagine successiva

informazioni intestazione

contenuti informazioni

E 'solo 07:00. Porte meccaniche aperte dal terminal internazionale e un forte odore scuote la mia faccia. Ho fatto due passi a Delhi e la città e la sua durezza mi insegna. Smells, gli odori di tutte le, anche l'aria ho la sensazione che è solido. Io prendo il mio zaino e una folla di tassisti si avventa su di me. Affari alla fine un prezzo e salire su una vettura che sembra sulla strada volatilizzano. Dove ci porterà? "Lo farò Paharganj, a la esquina del Main Bazar y la New Delhi Train Station”. Ho detto come se sapesse dove si trovava, con la garanzia che è stato diluito mentre si muoveva quella massa di ferro e la finestra si è svolto dopo un mondo caotico, in quel momento troppo strano.

Dalla macchina ho notato ci sono persone che dormono sull'asfalto della stessa strada, attaccato alla spalla. Sono disteso su un pavimento e deve bruciare, nessun ordine, Fila, sotto i ponti o all'ombra di un albero. Dormono dal fumo e dal rumore per tutti, ma insormontabile per questi diseredati. Fuori della mia auto del mondo è un caos di risciò (mototaxis) che scivolano in curva impossibili, furgoni, auto ... il suono dei veicoli strombazzanti presto resi conto che è la colonna sonora della città. Caste sociali anche essere notato in mezzo alla strada: taxi-moto risciò cedere il passo alla , cedono il passo alle auto private di qualità inferiore e la corsia di destra aperta per le migliori auto di una maggiore capacità e più attenta smalto. India prende le sue convinzioni sociali, girando la ruota sinistra o dormire tranquillamente in macerie, senza lamentarsi.

India prende le sue convinzioni sociali, girando la ruota sinistra o dormire tranquillamente in macerie, senza lamentarsi

Giunto alla principale Bazar. Guardo fuori dalla finestra come pagamento e non ho la voglia di pregare il conducente non lasciarmi lì, nelle vicinanze della colonia Alpha-Omega, Galaxy Sesto, nei miei occhi. Mi tengo il mio zaino in attesa di Olga, un grande amico, pieno di illusioni e impossibile, sapevo che anni viaggiando e siamo sempre in luoghi e situazioni particolari. Da questo angolo succede vita non ho mai aveva fatto riferimento in questa grandezza. Attraversare le mucche affamate che pascolano liberamente tra centinaia di persone che trasportano sacchi e sacchetti più grandi di loro corpi, l'auto BICI. Tutto è un disturbo del movimento che ha la particolarità di essere di migliaia di persone alla volta. Vedete gente urinare, taglio di capelli, tenta di vendere tutti i tipi di oggetti, correre, fumare, cucinare, aggirare il traffico ... A 20 minuti si arriva, passeggiando tranquillamente, e con gli occhi sorridendo a quello fresco dove vivo?

Olga è rimanere in Paharganj. Vive in poco più di un anno l'Asia tour ed è ora ancorata in India funge da guida fino a quando ci si annoia. Questo quartiere della zona zaino in spalla Delhi e cercatori di vita. Dicono che è una delle zone più pericolose della città, ma nulla in questo luogo sembra non rappresenta un rischio sopravvivenza. Siamo stati al cozzy Inn, battezzato il resort, il cui prezzo a notte è inferiore a cinque euro. La mia camera ha un bagno, (dire qualcosa), letto, (dire qualcosa) e vedute di una discarica (a riassumere). Si tratta di un foro, ma ha il suo fascino. La zona è Inns diversi rasta e tanga.

Ricordo il libro che ho letto giorni prima il genio Pasolini italiana, "L'odore dell'India", in cui afferma che il sorriso gli indiani, ma non ridere ad alta voce

Olga decide ben presto di mettermi in vena India, non mezze misure. Decido di partire per la prima volta in un po 'la mia macchina fotografica presso l'hotel (non ha fatto una foto a Delhi. Ci sarebbe anticipata con una telecamera della prima curva dove c'era una foto in ogni luogo che sembrava). Siamo arrivati ​​al Grande Moschea, Jama Masjid, la maggior parte della città. Di fronte l'imponente Red Fort, fu costruito tra il 1644 e 1658 dal imperatore Mughal Shah Jahan. Abbiamo camminato a piedi nudi attraverso il terreno ardente e fuori andiamo nella vita di Old Delhi e dei suoi affollati mercati, una volta che ha una parete di protezione e 14 gateway. La merce è esposta in ogni centimetro quadrato, dal suolo, c'è spazio solo a piedi. L'odore di urina mescolata con l'odore delle specie e l'odore delle folle umane. Ogni vicolo bancarelle nascoste, cesti o coperte venduti nel mondo e la loro detriti. Il mercato è infinito, sembra grande come la città. Odore, Sempre odore, ossessiona me ogni passo. Ho notato anche che ho sentito ridere. Ricordo il libro che ho letto giorni prima il genio Pasolini italiana, "L'odore dell'India", in cui afferma che il sorriso gli indiani, ma non ridere ad alta voce. Sembra certo, Vi è anche un gesto nel suo contenuto occhi.

Poi entriamo in un tempio Sikh, Gurdwara Bangla Sahib. Bello, sereno, marmo bianco, è un'icona di una delle religioni più carismatiche del paese, Sikhismo, praticare nel mondo intorno 24 milioni di persone. Ci sono uomini con i loro turbanti, le loro barbe lunghe e le loro credenze in una spiritualità che fonde elementi musulmani e indù. Lasciando darmi una pasta dolce in mano è meglio non guardare prima di mettere in bocca (così ho). Potremmo anche aver mangiato al tempio stesso libero.

Un ragazzo infilò la testa per guardare al petto piedi (letterale). Lo fanno con l'innocenza quanto impudenza

Torniamo alla strada, il disordinato mondo, e si noti che ogni passo viene esaminato Olga, soprattutto nella zona dal mento all'ombelico. Mi colpisce lo sguardo strada con tutti i cleavage gli indiani nervo Olga. In un primo momento ho pensato che fosse da me, fino a quando all'interno di un tipo risciò mettere la testa a guardare il tuo petto piedi (letterale). Lo fanno con l'innocenza quanto impudenza. Abbiamo bevuto in burla e ha mostrato i suoi mesi di formazione tatuato occhi. (Mi ricordo giorni, in Nepal, abbiamo nuotato in una piscina e tutti gli uomini corremmo un matrimonio intorno a noi a fissare la ragazza in bikini. Credo che sia andato al fidanzato, il padre e il padre del padre).

Così passò il mio primo giorno anche in India, l'unico posto che ho viaggiato in tutto il mondo dove ho avuto la sensazione che mi ha travolto. Abbiamo finito la serata a Place Cannought al, Aree potabile Semi, prendendo un mojitos pochi sotto un condizionatore d'aria che è stato utilizzato per staccare il corpo T. Ma, lo fa meglio? stava arrivando: la notte mi sono svegliata con un indiano mi teneva la mano e dandomi schiaffi (promette, So che). Continua ...

  • Condividere

Commenti (2)

  • Goyo

    |

    Cazzo, Questo è davvero un estremità aperta…

    Risposta

Scrivi un commento

Ultimi tweet