La Antigua Veracruz: il Rubicone di Cortez

Da: Ricardo Coarasa (testo e foto)
Immagine precedente
Immagine successiva

informazioni intestazione

contenuti informazioni

ViaggiIl primo è la parte posteriore della moderna Veracruz. Non viene toccato dalla bacchetta d'oro del turismo, ma la miscela di moderno Messico ha cominciato ad emergere sulle sue sponde, dove quasi cinque secoli fa iniziò la grande avventura di Hernán Cortés, che hanno deciso di affondare le loro navi, Non bruciare, per scongiurare ogni possibilità di ritorno e quindi mettere Aztec Tribunale a causa della grande Montezuma.

E 'stato un momento, XVI secolo che, in cui una manciata di spagnoli avevano il coraggio di avventurarsi nel mare Dark, il nostro Oceano Atlantico, tali acque profonde che nessuno ha restituito, ad esplorare terre sconosciute e di nuove vie nel cuore di paesi lontani. Se vi è una prodezza degna di questo nome è, certamente, la conquista del Messico, la sottomissione dell'impero azteco da Hernán Cortés. E se ciò che è di guardare sul suolo messicano fantasmi della storia, in nessun luogo più suggestivo della vecchia Villa Rica de la Veracruz, la prima città fondata da Cortes e il punto di partenza del suo epico formidabile.

Pochi viaggiatori che attualmente vengono a Antigua, che mastica il suo passato lungo il Golfo del Messico. A pochi chilometri di distanza Veracruz, dove il primo insediamento spagnolo spostato, Città Sones jarochos, della presa molto vivace terrazze e complimenti molo dove i marinai dalle navi a pavoneggiarsi loro chamaconas alla fame nel mondo. Perché perdere tempo avvicinarsi al vecchio Veracruz? Ma per il visitatore che si trova un minimo interesse per la storia è un must.

Stiamo assistendo all'arrivo del Venerdì Santo 1519, quando fondò la Villa Rica, Antigua corrente, ma non parlano. A ceiba enorme e una catena di ferro duro come si trascina questo piccolo paese dimenticato. Lasciata l'auto alla base, Village Square, devi camminare pochi minuti per essere incappato il luogo in cui, secondo la tradizione, Cortes legato flotta. E credo che dovrebbe essere, ma il viaggiatore che è migliaia di chilometri per annusare il sentiero della storia è sempre accompagnato da leggende, così necessaria per alimentare i miti. La spiaggia si è ritirato 50 metri rispetto alla scena che ha assistito alla spagnola, come omaggio ai vecchi rami Ceiba dovuto e simbolismo enigmatico.

La fondazione della villa 1519

Bernal Díaz del Castillo Era uno di quei 400 uomini che hanno accompagnato Hernán Cortés e della sua "Storia vera della conquista della Nuova Spagna" è stato inoltre osservato che nel momento cruciale dell'avventura Cortez. "Abbiamo deciso di fondare la Villa Rica de la Vera Cruz in circa una mezza lega dalla città appartamento, questaba come una fortezza, Si dice Quiaviztlan, e tracciate chiesa e la piazza e cantieri navali e tutto ciò che adatto per villa ". passo Cortes a dare l'esempio e "ha cominciato a prendere le piste primo motivo e rocce e scavare le fondamenta". In questa antica città Totonachi, Quiahuitzlan, Nessuna traccia, ma questo albero singolare segna il punto dove l'ormeggio originario.

La spiaggia si è ritirato 50 metri rispetto alla scena che ha assistito alla spagnola, come omaggio ai vecchi rami Ceiba dovuto e simbolismo enigmatico.

Così è nato un ponte rudimentale sospensione che collega entrambi i lati della foce del fiume, non è indicato per chi soffre di vertigini, da dove si offre una vista eccellente di estuario, evoca in arrivo del visitatore delle navi spagnole. Chi non ha mai sentito dire che Cortes bruciato le sue navi sulla costa messicana? La frase, anche, è incorporato nella tradizione popolare come sinonimo di gettare il resto nel perseguimento di un obiettivo. La verità è che Cortes bruciato le sue navi mai, come attestato da diversi scrittori del tempo. Egli semplicemente disabilitare, lasciando loro non recuperabili, al fine di evitare i soldati scontenti tornato a Cuba per informare il Governatore Diego Velázquez, conquistando nemico, la loro intenzione di entrare senza il suo permesso nel dominio della Aztec Empire. Era il suo Rubicone particolare. Francisco Lopez de Gomara, cappellano di Cortes, imparato dalla sua bocca ciò che è accaduto e si riflette nella sua cronaca della conquista del Messico: "Decidido, come, per rompere, negoziato con alcuni maestri delle loro navi segretamente bit, in modo che possano essere affondato senza esaurire o oscuro ". Ciò è stato fatto.

La Cappella del Rosario

Accanto alla piazza rettangolare si può visitare la casa dove viveva prima di assumere la direzione Cortes a Tenochtitlan, l'attuale capitale federale. Più volte restaurata, lasciato in piedi solo poche mura ammuffite che giacciono ai piedi di un albero di fico. A pochi metri dall'ingresso, un cartello indica la posizione dell 'hotel "La Malinche", l'indiano che divenne amante di Cortés e uno dei suoi migliori alleati, assumendo il ruolo del traduttore castigliano nahuatl durante l'avanzamento della spedizione per incontrare l'imperatore Montezuma. In cambio del collaborazionista, compagni designati dal malinchismo termine il più riprovevole di tradimento, in un paese, dall'altro, sontuoso su di loro.

Poco più avanti si le antiche stalle dove i conquistatori tenuti gli animali che gli indiani sorpreso, convinto che cavallo e cavaliere erano la stessa persona. Il suo aspetto trasandato richiede, di nuovo, per fare un atto di fede. Quello che sembra certo è che la stanza è stata utilizzata più 300 anni dopo la conquista del generale Santa Anna, responsabile per il Messico a cedere a 1848 offerenti degli Stati Uniti di metà del suo territorio, compreso il Texas, New Mexico e California Nuova.

La presa eccelle anche la Chiesa del buon viaggiatore, da non confondere con la Cappella del Rosario, il primo costruito dagli spagnoli sul suolo messicano. Per arrivare alla chiesa bianca con una navata e tre piccole campane hanno a vagare 300 dal villaggio. Nelle sue pareti rudimentale è tenuta la prima Messa nel dominio Azteca, evento sufficiente a compensare il viaggio a La Antigua.

Andre Breton e si spezzò in faccia messicani quando venne a tenere una conferenza sul surrealismo. Cosa vuoi dire a voi? Surrealismo si è ", semplicemente detto. Il primo è buona evidenza che una diagnosi accurata. Alla base della prima città fondata da Hernán Cortés si erge un busto… Benito Juarez, il primo indiano a raggiungere la presidenza della nazione. Ed è così come saggio del premio Nobel Octavio Paz, l'ex Nuova Spagna è un compito in sospeso: conciliare con la sua mezza. "The Conqueror", ha detto- devono essere restituite al sito che appartiene a tutta la sua grandezza e tutti i suoi difetti: alla storia ". Beh, che. Mani.

Poscritto: VOD vuole ringraziare Messico Turismo in Spagna la sua assistenza natura erogate dalle fotografie.

il modo in cui
Iberia (www.iberia.es) e Aeromexico (www.aeromexico.com) Voli diretti da Madrid a Città del Messico. Dato che il capitale può essere raggiunta Veracruz su un volo interno, in treno o su strada (405 km). Gli autobus partono dal CAPO, Passeggeri di un autobus Central East (Salvador Diaz Miron 1698).

un set da tavola
Nel vicino a Veracruz è essenziale visita Gran Café del Portal (Indipendenza, 105), a cui tutti si riferisce come "La Parroquia". È, certamente, la città più popolari, una sorta di "Café Gijón" Jarocho. Al ritmo di una marimba, osservati in tutto il mondo e si osserva dalle tabelle cinquanta distribuito dalla locale. Dovete cercare il pesce: tilapia o il cucumite Veracruz, meglio se accompagnata da insalata guacamole e una birra Superiore. Non alzarsi da una sedia senza chiedere un "latte", caffè con latte servito in un bicchiere alto che sembra essere la specialità della casa. Il cameriere vi avverte di colpire la ciotola con il cucchiaio.

un pisolino
Fiesta Americana (Manuel Avila Camacho Boulevard e Merluzzo). Nel porto nuovo, di fronte al palazzo della Marina. Lontano dal trambusto della base e la baldoria del mariachi a Los Portales.

altamente raccomandato
Nel moderno Veracruz hanno a guardarsi intorno l'antico forte di San Juan de Ulua, costruita dagli spagnoli, in cui l'ultima bandiera spagnola trainato in Messico nel mese di novembre 1825. È stato imprigionato fino al 1915, uno dei più terribili del paese, ed era chiusa a chiave nelle loro celle stesso Benito Juarez 1853. Dal porto si può vedere Isola dei sacrifici, nominato dalla spedizione di un antenato di Cortez, Juan de Grijalva, che la visitò 1518, per trovare i resti di sacrifici umani.
Un libro sulla conquista impresdindible "La vera storia della conquista della Nuova Spagna", Bernal Díaz del Castillo, Uno dei soldati Cortez che ha accompagnato nella sua avventura. Tra l'abbondante letteratura sul vincitore, Consigliato VOD interessante "Hernán Cortés. Il conquistatore di impossibile ", Bartolomeo Bennassar, pubblicato nel suo editoriale di oggi.

La ricerca condotta:

  • Condividere

Commenti (6)

  • juancho

    |

    Grande. Caricato con i dati storici. Vuoi andare a correre a visitare ponte Antigua e sospensione di guardare a questo e vedere ciò che appare all'orizzonte. Certamente, per tutti coloro che lo lesse e rimanere affamato di più, l'autore di questo report viene pubblicato il libro “Hernán Cortés. I passi che sono stati cancellati”. Non deluderli!

    Risposta

  • Paul

    |

    Proposte originali, sono fuori di argomenti. Pagina, verità, valore. Si vede un sacco di lavoro dietro. È molto apprezzato

    Risposta

  • ADAN

    |

    Semplicemente fantastico.

    Restituite a quest'uomo, eroe, a cui appartiene.

    Padre del Messico, e rimanendo fedele alla Spagna.

    Sono finiti gli uomini e poi.

    Grazie per l'articolo.

    Risposta

  • PEPE

    |

    GLORIA Cortes ei suoi uomini. VIVA MEXICO

    Risposta

  • Francisco

    |

    ti sbagli su alcune informazioni. le persone che hanno fondato lo sbarco, vicino a Villa Rica è stato quittlan. est della vecchia era tardi e non ha vissuto qui.

    Risposta

  • Ricardo Coarasa

    |

    Ciao Francisco: infatti, il Villa Rica de la Veracruz aveva tre posizioni diverse che hanno la loro primo insediamento di quel Venerdì Santo 1519. Est di L'Antigua, come dici tu, Non era la prima e Cortes non risiedeva qui in modo permanente. Proprio nel mio libro “Hernán Cortés. I passi che sono stati cancellati” (Ci scusiamo per l'auto-citazione) e mostro il mio scetticismo sul fatto che il conquistatore realmente vissuto nella cosiddetta Casa de Cortes. In ogni caso, il Villa Rica-l'Antigua Veracruz, in posizioni successive, Essi sono considerati il ​​germe della corrente Veracruz. Grazie comunque per la precisione. Saluti,

    Risposta

Scrivi un commento

Ultimi tweet