Lhatse: un violinista nella spazzatura

Da: Ricardo Coarasa (testo e foto)
Immagine precedente
Immagine successiva

informazioni intestazione

contenuti informazioni

In viaggio, come nella vita, Potete vedere il bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto. Paesaggi redento abominevole per uno sguardo, tramonti idilliaci assediati dalle zanzare, emozionanti avventure che terminano in un gazebo con snack bar a bordo piscina… E 'nelle nostre mani, quasi sempre, scegliere altri ricordi e reset. Lhatse, un tibetano poblachón, Riceviamo un sacco di spazzatura. Ma, dalla grande quantità di sporcizia, è un violinista indimenticabile.

Mentre ci avvicinavamo al campo base dell'Everest non riesco a sopprimere tale pizzicotti nello stomaco che anticipare le grandi emozioni. Shigatse abbiamo lasciato la mattina presto. Un gruppo di bambini, uniforme, con tute blu, camminare lungo la spalla al suo appuntamento quotidiano con la scuola. Si tratta di una scena quotidiana, ma qui sorprese. Rassegnato per arrivare a Kathmandu con "Macario", il nostro nuovo driver, guida, Ti prego almeno non se non si ha visibilità al di sotto. La giornata è chiara come se avessero eseguito spalancate le cortine del cielo, con la luminosità caratteristica del Tibet che amano il viaggiatore. Che senso Shegar, ma prima di salire al Gyatso, il, un 5.220 metri.

La Lonely Planet avverte strada infernale, Truck languendo nel fango, porta che in inverno diventa una trappola. Decido di fermarmi per un po 'ojearla.
Dopo aver attraversato il fiume Tsangpo e mettere da parte la strada per il monastero di Nartang, circolare da una strada che sembra un intruso tra i campi di orzo luccicanti. Abbiamo incontrato i carri, biciclette, camminatori con cesti sulle spalle, i contadini che portano i loro attrezzi agricoli. Siamo passati attraverso le città anonimi, orfani di un cartello che spiega che non ci. "Macario", forse responsabile di avvisi, non superi 80 kph. Avanziamo le Toyota in tranquillità facendo lo stesso percorso.

Presto ci imbattemmo i primi reparti, che lascia solo una corsia di sorpasso. Abbiamo tracciare il corso di un affluente del Tsangpo sulla riva destra a ovest. Poco più tardi, la strada è chiusa e girare su una strada sterrata. Lo scenario è meraviglioso. Siamo circondati da cime 5.000 metro erboso. I tagli e deviazioni sono costanti. Come poteva un rullo compressore qui?

La musica come terapia

Partiamo l'asfalto quando ci sono ancora 150 km da Shegar. Ora, la processione continua di camion. A mezzogiorno, deviare dopo un collegamento lungo il fiume, llegamos a Lhatse, una città con la benzina almeno arriva la guida. Sempre confortante per localizzare sulla mappa. La strada principale è asfaltata ei marciapiedi hanno dimenticato che erano. Mucchi di spazzatura si accumulano su entrambi i lati. Ci siamo fermati per il pranzo accanto a un negozio di bici (le khampas sono molto affezionato a tutte le due ruote). Non capisco. Sono solo 80 km per raggiungere la nostra destinazione. Tenzing mi riporta alla realtà. Ci aspettano ancora cinque o sei ore in auto. Questo è il Tibet.

All'improvviso si sente una melodia, le note di una melodia violino, aphonic, a volte stridente

Noi preferiamo per allungare le gambe, mentre "Macario" e costringe la guida di reset. Presto siamo circondati da un nugolo di mendicanti e venditori ambulanti. Il sole batte, come se fossimo in un assalto finale e cercare noquearnos. Il profumo è intenso. Molte donne sono protetti con maschere. Ha tutto per salire in macchina, aprire il libro e scrivere: "Garbage in tutto il mondo. Tutto è merda ".

Ma la curiosità, sempre curioso, potrebbe essere più. Si tratta di un adolescente con un bambino in braccio. Il piccolo arancione chupetea un palo che si scioglie nelle tue mani. All'improvviso si sente una melodia, le note di una melodia violino, aphonic, a volte stridente. La musica improvvisata, con tappo rosso con la visiera al collo e una coda di cavallo stile khampas, telai dietro la madre. Prendete in mano un lungo bastone di legno, con tre tagli trasversali ad un'estremità e una scatola tonda in ottone ossidato negli altri. Due archi e un fiocco piccolo fare il resto.

La combinazione è molto scarsa, ma il tipo assicura che le corde vibrano, ascoltare la musica. A suo modo, è in grado di trasformare rifiuti in arte, la sporcizia in una sinfonia, ma a volte sicuro e melodia in un urlo despeñe. Un artista, noi. La sua musica è stata redenta nella mia memoria Lhatse. Molto coraggio ci vuole per cercare di suonare il violino da immondizie! Torno al libro. "Garbage in tutto il mondo. Tutto è merda ", Leone. "Suona la musica di un violino", Ritengo ora. Il bicchiere mezzo pieno, o mezzo vuoto.

Trucks nel fango

Da Lhatse, Posteriori traccia e onori ai desideri del nero Lonely Planet, che è ancora chiusa, per questo non per evocare gli spiriti della montagna fatale. Deviazioni diventare di routine a disagio. Decine di dipendenti lavorare per migliorare la strada. Mentre le aziende di cemento fare il loro lavoro, sacchi di sabbia e cercare di contenere le frane speroni. Camion e furgoni. La triste profezia si avvera Lonely Planet e uno di questi colossi è bloccato nel fango la Gyatso-la, un'interruzione prematura che ha catturato l'autobus per lasciare che segue. Siamo costretti a fare marcia indietro per trovare un modo per guadare il fiume.

Basta mettere un piede sul pavimento, Ho notato un dondolio leggero. Breathe di ossigeno sembra filare

Mentre saliamo la porta possedeva il terreno inizia a piagnucolare e annega hum strani che solo quando Tenzin premere il pulsante delle luci di posizione. Ma le mie preoccupazioni si concentrano su un altro meccanismo, miniera. Mentre saliamo, Mi sento come un pugno alla spalla I hurgase, con sempre maggiore forza. Basta mettere un piede sul pavimento, Ho notato un leggero ondeggiamento della testa, solo dal 3/2. Breathe di ossigeno sembra filare. I panorami sono spettacolari Himalaya, travolgente. Sono euforico circondato da tanta bellezza. Non ho nemmeno rendersi conto che "Macario", aiutato gli altri due conduttori, è armeggiare con il motore Toyota.

Ora è giù 1.200 goccia metro in una valle che non finisce mai, attraversata da un ruscello circondata da vette che spiccano invitati a pranzo in un ruscello, lasciandosi cullare dal mormorio delle acque. Ma dopo nove ore di viaggio, può desiderare per ottenere più. Lontano si può intuire la forza di Shegar. Chi ha avuto il Lhatse violinista qui per noi a suonare la Hallelujah.

  • Condividere

Commenti (1)

  • Victor S.

    |

    Credo che sia stato Cela, dopo aver scoperto un papavero che cresce in una discarica ha scritto: «Es la venganza de la naturaleza». Musica, la tua strada, emergono anche in condizioni avverse per addolcire lo spirito. Complimenti per l'articolo.

    Risposta

Scrivi un commento