Ruta VAP (IX): giunti sull'isola senza tempo

Da: J. Brandoli, text / Gruppo, foto
Immagine precedente
Immagine successiva

informazioni intestazione

contenuti informazioni

Alle quattro eravamo alla stazione ferroviaria di Cuamba. Il gruppo è andato in treno e siamo arrivati ​​lungo le auto da una lunga strada di sabbia. Per quanto mi riguarda penso che questa è la cosa più vicina saremo correndo un rally. Victor e io eravamo soli, veloce, godendo il viaggio. Avevo la mia musica a tutto volume cd ricorrente invariabilmente senza preoccuparsi o disturbare nessuno (fondamentalmente perché non c'era quasi nessuno per essere torturato con la mia terribile voce) . Che grande sensazione di guidare, se non ci fosse niente altro al mondo urlando canzoni sconosciute con onomatopee per nascondere io li conosco. Sui lati abbiamo lasciato alcuni piccoli villaggi, le strane montagne di roccia disseminati lungo tutto il nord e gli occhi di alcune persone che ci hanno visto andare in soggezione.

Vieni fuori e ottenere le mani che portano polli vivi, arrosto, frutta, cestini di vimini ...

Ma il punto di questo giro avviene sul treno e questa volta non ho potuto andare dentro per andare guidare una delle vetture. Quando abbiamo progettato questo percorso ferroviario sembrava la migliore esperienza di viaggio. Che gruppo ha vissuto? Ha vissuto ogni caos tappa in cui centinaia di persone vengono per la massa di ferro di vendere tutto ciò che si può vendere qualsiasi cosa che potrebbe essere necessario. Come è, massa, in una scena in cui non si sa dove tracciare gli occhi. Tutto avviene molto rapidamente e molto lentamente. Le centinaia di fornitori avvicinano alle finestre dove vengono salire e scendere le mani che portano polli vivi, arrosto, frutta, cesti di vimini ... Trascorrete vita africana di fronte a voi e si contempla da un palcoscenico privilegiato.

Poi, sulle ore di treno contemplando vivere un paesaggio generoso e si è capito che qui intorno hanno altre regole quando si avvicina alla vettura bar-, con le sue vecchie sedie in ferro e tavoli e qualcuno spiega con calma che è tempo di chiudere le finestre. E 'senza fretta, rompere con la prevedibile, con una mano, durante la lettura di un libro o sorseggiando una birra. Poi alcune pietre, rilasciata da parte di persone, carri hit. Si lamentano che il treno non si ferma al suo villaggio e corsero il business ha riferito prima. Poi, dopo la pioggia di pietre, abbassato le finestre di nuovo con la stessa calma che la rosa e la vita è ancora a posto, marcia verso il nulla.

Poi alcune pietre, rilasciata da parte di persone, carri hit

Così, per più di dieci ore in cui il gruppo è venuto a Nampula. Alcuni, come Irene e Rose mi ha detto che gli piaceva ma fatto tantino lungo viaggio e altri come Txarli e Amaia che avrebbero fatto. In ogni caso credo che tutti hanno apprezzato il viaggio per davvero, con l'esperienza senza pari.

Da Nampula ha preso le auto e andò a Mozambique Island, destinazione finale del Vap percorso.. Era buio quando abbiamo attraversato il ponte che conduce a questa splendida isola. Ci siamo fermati alle porte Escondidinho, uno di quei luoghi che hanno la magia e il fascino. Non più, era arrivato. Pace e Víctor, abbiamo avuto un piccolo abbraccio da stanchezza era più forte dopo da solo per e certo di quello che avevamo fatto. Oltre un anno fa ho preso un auto da Madrid e andai a Coimbra a vederlo proporre e di avventura. Oggi siamo stati lì, era riuscito a realizzare un sogno.

Oltre un anno fa ho preso un auto da Madrid e andai a Coimbra a vederlo proporre e di avventura

Poi arrivarono le vacanze e rilassarsi nella splendida, monumentale e decadente Mozambique Island. I nove amici eravamo diventati una prima laurea avevano Lino e Martin che partivamo presto un giorno. Qualche decina di aragoste e brindisi dopo abbiamo salutato due amici (il Galicia'll andare a vedere se tutto va come parliamo quando torno mese e mezzo in Spagna nel mese di gennaio. Una conferenza sarà la scusa perfetta per una riunione).

L'altro giorno eravamo un divertente e sorprendente e condiviso confidenze che sono sotto la nostra cintura, come abbiamo lasciato le ore passano su un'isola che sembra contenere il tempo tra le loro mura fatiscenti. Piuttosto sembra demolire. Si respira una profonda pace in questo luogo.

Viaggiato con otto brave persone che vogliono condividere un sogno

Il mattino 5 Agosto ha lasciato il resto del gruppo all'aeroporto di Nampula. Ci sono state alcune lacrime emozione repressa che nel mio caso è stato mescolato con fisici ore terribili sensazioni dopo molto complicata e si è conclusa in un altro di quei piccoli avventure che vivono su questa terra. Ma questa è un'altra storia e sarà detto un altro tempo. Eravamo tristi di dire addio per la semplice ragione che stavano divertendo insieme, e non importava dove.

Devo dire che quando ho immaginato di finire tutto questo progetto non immagino in viaggio con otto persone dalla categoria di Victor Hugo, Amaia, Txarli, Rosa, Irene, Martin, Lino e Monica, Viaggiato con otto brave persone che vogliono condividere un sogno, Io ero solo un altro, l'autore di questo testo, e quindi io sono Javier, il nono di questo gruppo che ha attraversato l'Africa, Malaui y Mozambique.

  • Condividere

Commenti (3)

  • balestruccio

    |

    Grazie per il giro Javier

    Risposta

  • Rosa

    |

    Un sogno realizzato e un sogno condiviso.

    Risposta

  • Lino

    |

    Ripetizione!

    Risposta

Scrivi un commento

Ultimi tweet