Sudan: un percorso attraverso i villaggi nubiani

-Soggiorno per cena, sono a casa tua.

-Molte grazie, ma abbiamo un lungo viaggio.

-Ma non abbiate fretta, tenete a dormire e continuare il percorso di mattina.

-Ci piace, ma è impossibile, reale.

E poi ci hanno dato grappoli di date per la strada e ci siamo salutati con un sorriso. Sudan era una famiglia che semplicemente chiesto come il paese in direzione nord. Invece di una risposta abbiamo aperto le porte delle loro case.

Abbiamo perso il conto degli inviti che non potevamo accettare. Il viaggio stava camminando velocemente per motivi logistici che oggi sembra così assurdo che io voglio tornare a bussare a tutte le porte che non ci incrociamo per chiedere scusa a coloro Nubiani.

Abbiamo lasciato alle spalle le piramidi di Meroe, come solitario compativa il suo sguardo altezzoso, come nobile tempio in mezzo al deserto.

Abbiamo lasciato alle spalle le piramidi di Meroe, come solitario compativa il suo sguardo altezzoso, come nobile tempio in mezzo al deserto. Il vento e la sabbia per andare evocati che copre la storia dei nubiani, pietra dalla sua origine, in un angolo sperduto di Nubia che non transiti, in un paese che è diviso in due.

Abbiamo attraversato il Sudan con una macchina senza sospensioni o aria condizionata nei mesi di agosto puniti noi avvicinando il termometro a 50 ° C. Le notti erano altrettanto caldo, mai al di sotto di 40 ° C. Abbiamo dovuto tenere traccia di altri veicoli come le strade sono scomparsi confusi nella sabbia o pietre, sostenendo che non erano da nessuna parte. Ma il Nilo ci ha accompagnato con la sua fila di palme applaudire il miracolo dell'acqua che attraversa la parte orientale del Sahara. Ma, a volte, le tracce di altre auto nell'entroterra adentraban persero di vista del Grande Fiume. Sfinito, al calar della notte, costellazioni abbiamo individuato, mangiato alcune date e dormito all'aperto.

Ma il giorno abbiamo presentato la prima luce e il modo in cui le persone si sono presentati con discrezione, senza alzare la voce.

Ma il giorno abbiamo presentato la prima luce e il modo in cui le persone si sono presentati con discrezione, senza alzare la voce. Non ci sono rumori dei villaggi nubiani perché non c'è traffico, e solo l'abbaiare dei cani o il pianto di un bambino rompe il silenzio del deserto.

Mi piace scoprire la dignità degli umili, il gusto di dipingere le pareti di adobe. Vedo la gioia travolge queste persone, il suo sorriso tranquillo, come se ci fosse sempre qualcuno che dorme nella stanza accanto. Gli uomini non hanno alterato. Le donne coprono i loro volti e camminano come se in punta di piedi, attenzione per evitare.

Le persone Nubian sono opere d'arte. Al di là del fascino della semplicità, Ci sono villaggi di bellezza incontestabile e tale bellezza, se vi piace inaccessibili perché la semplice constatazione più gratificante. Tutte le case hanno un basso muro, pareti che circondano il mondo privato di ciascun. Oltre, le porte sono decorate con filigrana, talvolta concentrando tutto il colore di una facciata.

Un uomo di nome Ahmed ci ha invitato a visitare l'isola di Sai e questa volta non tutti gli orologi del mondo potrebbe costringerci a trascorrere lunghi. Una barca ha attraversato il fiume per una terra abitata da nubiani sempre. Sai Isola è sacro per loro. E 'una terra non conquistata, dove è più assomigliano templi e moschee musulmane fedi sono impigliato con anziani, che ha ispirato le prime piramidi.

Cinque metri di distanza si poteva raggiungere calcinazione passo, ma vi, lì la temperatura era perfetta, come un gioco di giocoleria termico.

Ahmed ci ha offerto il tè e ci ha dato una camera per la doccia. Nel suo cortile, sole si infrangono sulla sabbia, Sono andato versando acqua calda, pulire le ore al volante. Circa 20 secondi dopo la doccia era completamente asciutta e fuggì nelle ombre. Ma l'architettura nubiana sconcertante. In una sorta di portico con spesse pareti di mattoni crudi non calda. Cinque metri di distanza si poteva raggiungere calcinazione passo, ma vi, lì la temperatura era perfetta, come un gioco di giocoleria termico. L'ombra è l'ombra di queste costruzioni.

Ahmed ci ha detto circa la natura amichevole della sua gente, mentre era seduto sulla veranda della sua casa sembrava inutile convincerci di esso. Ha anche parlato della sua storia di resistenza, del suo amore per la terra che brucia in estate, la venerazione del Nilo. Inoltre Nubian musulmano e ha parlato liberamente di imposizione religiosa del suo popolo, una rivelazione sorprendente venendo da qualcuno che si sporge verso la Mecca più volte al giorno. Ci siamo resi conto che nel nord del Sudan sono un popolo senza un tempo definito, si intrufola a malapena nelle destinazioni di viaggio, la cui storia sembra destinata a essere sepolto come le tempie.

Ma Ahmed ha aperto le porte della sua casa, per sempre, No Strings Attached. "E 'uno di quei posti che vale la pena tornare", Ho pensato mentre mi allontanavo dando una buona prova di un altro gruppo di date.

  • Condividere

Commenti (3)

  • Mayte touch

    |

    El il video de Sudan mi ha sacado una sonrisa Enorme!! che un buon lavoro di Daniel, Si tratta di un'opera d'arte!!

    Risposta

  • Lydia

    |

    Venerdì ha visto il capitolo nel percorso per il Sudan. Che peccato mi ha dato la sostituzione della serie era finita! Ho soggiornato con il miele sulle labbra, come la prima volta che ho visto. La voce calda e avvolgente J. Barreiro si combina perfettamente con le immagini, così come la musica.

    Risposta

  • pallaca

    |

    Impressionante!!…Oggi Domenica ho visto l'ultimo capitolo di un mondo a parte….Quel po 'di dolore che è finito …Grazie ai tre non solo vedere così meravigliosa semplicità anche conoscere le persone e la loro ospitalità con i non conocen.Tenemos per imparare da loro. GRAZIE!!

    Risposta

Scrivi un commento

Ultimi tweet

RT @JAENrincones: Come pubblicizziamo, abbiamo preparato un thread su #GuarromProgetto, nuova popolazione della Sierra Morena, fondata da Carlos III ...

anto anto

RT @JAENrincones: Come pubblicizziamo, abbiamo preparato un thread su #GuarromProgetto, nuova popolazione della Sierra Morena, fondata da Carlos III ...

Hubbub Hubbub