Chi ha profanato la tomba di Finch-Hatton?

Da: Javier Brandoli (testo e foto)
Immagine precedente
Immagine successiva

informazioni intestazione

contenuti informazioni

"Qualcuno è venuto a rimuovere la tomba. Era un gruppo di stranieri, hanno iniziato a fotografare tutto e poi la mattina dopo ho visto che avevano scoperto qualcosa che il giorno dopo sono tornati a seppellire di nuovo. Erano rari, Non so cosa stessero facendo. Un anno dopo uno di quegli uomini è tornato qui e l'ho visto aggirarsi in questa zona ", spiega la giovane donna.

È un'umile keniota che custodisce il segreto di uno di quei luoghi inaccessibili pieni di miticità, la tomba di Denys Finch Hattton o, se preferisci, la tomba del mitico personaggio che Robert Redford ha reso eterno nell'eterna Out of Africa. Riposa in un luogo nascosto e dimenticato.

La strada fino alle colline di Ngong, alla sua tomba, è complicato. La strada sale su una montagna che l'uomo ha popolato in un certo disordine. La vegetazione seppellisce le case e la miseria, in verde, diventa più sopportabile. Tras preguntar a varias personas, superando diverse deviazioni e avanzando lungo un sentiero che sembrava non andare da nessuna parte, abbiamo finalmente trovato una piccola targa scritta a mano che annuncia la tomba.

Più che pace o serenità in quel luogo c'era una strana lontananza

Salimmo un ripido pendio di sabbia e pietra e arrivammo a un altro cartello, vicino alla parte superiore, da cui possiamo vedere il Parco Nazionale di Nairobi. Più che pace o serenità in quel luogo c'era una strana lontananza. Così abbiamo iniziato a cercare la tomba di Hatton senza riuscire a trovarla.. Abbiamo bussato alla porta di una casa che sembrava disabitata e in cui sicuramente qualcuno abitava. Non era, non c'era nessuno, non c'era niente.

Poi, uno dei miei due compagni di viaggio, due ragazzi favolosi dell'azienda Kobo Safaris, mi chiama. "Ho trovato la tomba". È tra una fitta vegetazione, esattamente dietro una porta di metallo arrugginito con un numero di telefono scritto a mano. È chiuso con un lucchetto. "La tomba non potrebbe essere in un posto migliore", I.

Chiamiamo il numero e dieci minuti dopo compare una giovane donna che si presenta come guida e in parte proprietaria della tomba. "Mia nonna è la proprietaria di questa terra. Devi pagare un biglietto ", ci dice dandoci una ricevuta. Paghiamo e apriamo la porta di un bel giardino, non molto sciatto, con un obelisco al centro dove riposa il cacciatore.

Mia nonna è la proprietaria di questa terra. Devi pagare un biglietto

Tutto è affascinante. Comincia a perdere la vergogna e comincia a parlare in un misto di inglese e lingua locale che uno dei miei colleghi traduce per me.. Sono stufo di questo posto. Quando mia nonna morirà, bisognerà fare qualcosa con questo posto. I miei fratelli vogliono tenerlo, ma quello che lavora sono io. Vogliono fare soldi ". Dal suo intervento è chiaro che il lucchetto, Tomba, la cura in giardino fa parte di un'attività per la quale la famiglia finirà per colpirsi. Lei, come una donna, avrà poco da dire. La tomba è stata acquistata dal nonno, accanto a un immenso campo, per una cifra ridicola qualche decennio fa. "Allora questo non valeva niente", lei dice.

La ragazza funge anche da guida e si scusa per la mancanza della targa originale che il fratello di Hatton ha posto lì, chi era colui che ha spinto questa costruzione prima del rifiuto di Karen Blixen, l'amante del cacciatore interpretato da Meryl Streep in Out of Africa, per portare lì il corpo del suo amante (la vera storia di entrambi non è così idilliaca come dice il film). Al suo posto ne hanno messo un altro che riproduce lo stesso frammento della poesia di Samuel Taylor, quello era nell'originale, e cosa dice “Prega bene chi ama bene tutti, uomo e uccello e animale ".

Prega bene chi ama bene tutti, uomo e uccello e animale

Dopo, la ragazza racconta lo strano evento della tomba e quegli enigmatici stranieri. Gli faccio mille domande, Cerco di saperne di più, prova anche a guardare le loro ricevute pagate dove tutti devono scrivere i loro nomi. "Penso di aver buttato via quel taccuino l'anno scorso", ricorda mentre sezionavamo la corrente. Racconta tutto ingenuamente, senza dare importanza, e cerco di sapere perché alcuni stranieri sarebbero andati alla fine del mondo per dissotterrare e seppellire qualcosa e sarebbero tornati un anno dopo. Nessuna risposta, Non c'è tempo per altro.

Poi ho vissuto una situazione simile a quella che mi è capitata in La tomba di Livingstone, in Zambia, e mi sono seduto e sono rimasto per un po 'in silenzio a contemplare i luoghi che Hatton godrà fino all'eternità. Da lì si poteva vedere la savana africana ora piena di case e di umani che hanno spostato gli animali. "Ci sono ancora bufali e iene da queste parti", lei dice. Provo a immaginare i leoni appoggiati a questo obelisco, forse per il calore che emana al sole una pietra, prosciugandosi da una pioggia prematura. Ci mostra una lettera in cui assicura che è vero che i leoni si sdraieranno laggiù, come finisce il famoso film.

Il Parco Nazionale di Nairobi si profila in lontananza. Sopra la mia testa c'è il gesso delle famose colline di Ngong, quelli sotto i quali Blixen mise la sua fattoria in Africa. Che bello poter arrivare fin qui, quel silenzio, quel nulla in cui riposa una di quelle persone che hanno sofferto "il male dell'Africa", quel disturbo che non ti lascerà andare. Riposa in pace, signor Hatton.

(Scusa se non metto i nomi delle persone di cui parlo, Sono tutti elencati in un taccuino che ho dimenticato a Maputo. Tutti i personaggi di questo post meritavano di essere nominati, soprattutto i miei due favolosi compagni di strada)

 

La ricerca condotta:

  • Condividere

Commenti (1)

  • cecilia briones

    |

    È difficile per me rimanere indifferente a questo articolo, Le vite di Dennys e Karen riflettono molte situazioni che in qualche modo si sentono vicine a loro. Amore per la natura, vita a contatto con gli animali, essere coerenti nella loro vita, rispetto per le altre culture…rendimi chiaro che non è solo un momento. A volte vorrei essere amato in quel modo o avere un amore da ricordare per tutta la vita.

    Risposta

Scrivi un commento

Ultimi tweet

Nessun tweets trovato.