Sierra Leona: la storia di un mezzo sorriso minuscolo

Da: Olga Moya (testo e foto)
Immagine precedente
Immagine successiva

informazioni intestazione

contenuti informazioni

Abu ha tredici anni, il sorriso timido e gli occhi che sono costantemente alla ricerca della terra. Ad Abu coraggio di guardare il mondo al, probabilmente perché hai visto troppo. Nato da una famiglia povera di un piccolo villaggio vicino a Makeni, in Sierra Leone, la sua vita si centottanta gradi il giorno siamo caduti nel fiume da un ponte che era la pesca. E cade, sfortuna ha voluto che l'uretra viene trafitto da un ramo.

La sua vita cambiò centottanta gradi il giorno siamo caduti nel fiume da un ponte

Llego un Mabesseneh, regione che è uno dei migliori ospedali del paese, San Giovanni di Dio; ospedale, anche, è gemellata con il suo omonimo di Barcellona. Vedendolo, Barcellona volontario che ha curato ha riconosciuto la gravità del caso: "Un altro bambino Cuidam", esclamò. Hanno iniziato con i preparativi per l'invio di Spagna. Abu sondato costantemente dovuto passare attraverso il buco che aveva trafitto il ventre e le infezioni che non si sta tentando di tempo potrebbe finire la sua vita. Era un caso che potrebbe essere coperto da Cuidam, programma che è incaricata di trattare a Barcellona per i bambini con malattie gravi non può essere trattata con le risorse del paese di origine, ma San Giovanni di Dio, riceve molte richieste ogni anno che alcuni hanno da scartare. Abu attese in ospedale il verdetto. E presto è arrivata la buona notizia che desiderava.

Il primo ottobre 2008, Agosto aterrizaba a Barcellona. Lo ha fatto insieme a Ibrahim, altri Sierra Leone bambino stava per essere coinvolto in una simile malattia-un enorme pietra era caduto addosso schiacciandogli la uretra-, e la zia di questo. La lettura di Abu in ogni famiglia di accompagnamento. Sua madre era malata, aveva un fratello minore e il padre non poteva permettersi di abbandonare al loro destino per alcuni mesi. Ma Abu non era solo. Oltre Ibrahim, di cui è diventato inseparabile amico, contato in ogni momento con il supporto di molti dipendenti ospedalieri. Marta Millet, rappresentante del Ministero dell'Economia e delle Finanze nel programma di gemellaggio, ricordano come piccolo hanno accolto all'arrivo. "Abbiamo dovuto fargli vedere come accendere e spegnere l'interruttore della luce e, in particolare, insistere per vegliare con acqua calda perché potrebbe bruciare ", spiega. Dal più semplice al più complesso, tutto, ma proprio tutto- avrebbe cambiato nella vita di Abu.

Alcuni dipendenti stavano portando a casa per il fine settimana

Undici mesi è stato ricoverato al San Giovanni di Dio. L'operazione è riuscita, ma a causa della complessità della loro condizione, medici stimati Barcellona lascia un tempo più lungo del solito. A Abu è discretamente illuminato faccia quando parla di quei giorni. Ricordate che è venuto alla scuola in ospedale, che alcuni dipendenti stavano portando a casa per il fine settimana e mangiato cose che non avevano niente a che fare con la loro dieta quotidiana di riso. "E un giorno mi è stato portato al Camp Nou", esclama. Era il giugno 2009 e il club aveva appena vinto il campionato. Non solo è stato un testimone privilegiato di come la squadra ha offerto la coppa ai tifosi, ma potrebbe anche essere fotografato con alcuni dei loro idoli. Un bel tesoro per un bambino, nel normale, potrebbe anche non aver visto attraverso la televisione.

Finalmente arrivò il giorno in cui Abu doveva tornare in Sierra Leone. Caricato con i regali e souvenir, ha preso l'aereo che lo porterà di nuovo al suo piccolo villaggio, senza ulteriori rispetto alla sopravvivenza. Ma all'ultimo momento la decisione di cambiare il loro destino è stato ancora una volta. I frati dell'Ordine di San Giovanni di Dio ha deciso di pagare per i suoi studi e di accoglienza insieme ad altri bambini nelle stesse unità ospedaliere. Oggi, Abu va a scuola tutti i giorni, avere un pasto caldo sul tavolo e una sala personale in un solido edificio monsone prova. Vai alla tua famiglia durante le vacanze o quando tuo padre può passare a Mabesseneh per una visita. E quando lo fa, porta sempre una capra come regalo di ringraziamento a coloro che hanno cambiato il corso di suo figlio.

Portare sempre con sé una capra come regalo di ringraziamento a coloro che hanno cambiato il corso di suo figlio

Oggi è Domenica e Abu non ha classe. Dopo una passeggiata in cui lui guarda sempre le scarpe e cerco di farlo sorridere, me alla porta della mia camera nelle stesse unità ospedaliere. Mi ha licenziato senza chiedere se si considera un bambino felice. E rispondere "a volte sì, a volte no "che denota una consapevolezza molto maturo della loro situazione. Conoscere la sorte che ha avuto; ma potrebbe anche aver avuto.

  • Condividere

Commenti (4)

  • Home

    |

    Olga, nuovo formidabile

    Risposta

  • Juan Antonio Portillo

    |

    Ho encandilao, Olga!!!!

    Da quel poco che so di avere un cuore che non sarà… Le tue storie off umanità, irradiare positività, far luce sul buio immaginario… e soprattutto naturalezza e spontaneità.

    E 'stato un grande piacere leggerti despetar e sorseggiando una tazza di cacao.

    Besos

    Risposta

  • Lydia

    |

    E 'una storia molto emozionante. Sia come Ibrahim Abu stati molto fortunati, ma mi chiedo quanti di casi di incidente le malattie che saranno in grado di risolvere senza.

    Risposta

  • Olga Moya

    |

    Grazie per dedicare qualche minuto ad Abu! Come dice Lydia, ci sono molti altri che non corrono così fortunato, malattie anche semplici che potrebbero essere curate semplicemente andando in ospedale in tempo. Ma in Sierra Leone, la maggior parte delle persone ricordano la scienza solo quando guaritori non sono riusciti ad alleviare i loro disturbi, ma peggiorano li-. Quando ero lì, molti erano i bambini che venivano a Mabesseneh sull'orlo della morte dopo aver ingerito intrugli di origine sospetta. Un giorno essi anche dedicare un post.

    Juan Antonio, belle parole, come sempre. Io non so se sono un buon persona come si pensa, E se fossi un pulcino che rimane quando si viaggia di più con le persone che incontra sulla strada con i tramonti (e guardare il secondo amo!). Baci a tre!

    Risposta

Scrivi un commento

Ultimi tweet

Nessun tweets trovato.