poesia Mozambico

Da: Javier Brandoli (testo e foto)
Immagine precedente
Immagine successiva

informazioni intestazione

contenuti informazioni

Egli è declamato doppiatore in Mozambico. E il paese ha parlato di loro in poesia. Piovvero parole e sogni, reclami e desideri, mentre la notte cinched. E ha parlato di arrivare il giorno, miracolo non morte sulla terra. e l'amore, solo la poesia originariamente inventato per curare i mali aver rotto l'anima e rimarrà tale finché la vita non è ordinata e annoiato. E dei bambini di strada, in una splendida poesia recitata in lingua Macua e il cui titolo, STATO, Vuol dire che ciò che non ha bisogno di spiegazioni: bambino di strada. Ed è divertente come in questo caso non ha bisogno di capire nulla, intonazioni occhi e capito tutto.

E a proposito dell'Africa, il continente, che lo spazio taglio intellettuale molto europeo come differenziarsi in pezzi e confini, con l'idea di identità tutela e onore, e che gli africani sono masticabili e prima persona singolare. In questi tempi in cui il mondo non si fermerà un favore per schermare non sembra impegnarsi in tanto pausa, anche se per dimostrare che si conosce o sa. Africa sono 54 paesi, vero, come è certo che non ho mai incontrato un comune sentimento di amore per una terra come avere il loro continente africano. Non è un caso, è per le riunioni e le somiglianze.

E ha trascorso la notte, non superiore pretesa di consegnare i premi ai giovani poeti che hanno osato contare come passeggiata visceri quando si siedono a scrivere e spiegare. Questo atto della Ambasciata e Dante Alighieri Associazione Italiana era proprio questo, parole, ne, poeti del Mozambico senza titolo da riconoscere quel poeta che osa dire, con qualche forma, la sua roba, l'interno.

Queste sono le poesie vincitrici:

 

 

distinto menzionata – Dine Jaime

(Maputo, Mozambico)

VAHOCHA!

Vahocha!

Wa elápo Akha

Kanivenhia nississu

Hiyano! Ninvenha nississu.

 

Vahocha!

Meto Élimáthi Ucha

Élimáthi insuwa osuela nipuruwaya

Élimáthi corpo olepa non nsipo nississu

Anahia eCOVE wa Quitanda o OROA Olima.

 

Vahocha!

Ntácuró lópurrurriá wa etchaia

E nothuna murima ovéla of-the-IA éhum

Ethu sa khalai

Oweha elapo siquina

Óvári éhipa, otipa wa ematha

ni oriha epsiá ECIO.

 

Vahocha!

scopo Ninothuna mela sa ohiyu

Olóhá ni oya wa n'thátho

N'nari the-IPA nsipo siquína

Otemba elapo aho è vivere NIA-the-éhum.

 

Vahocha!

Uina Essire sa ancumí

Wa equina wetha m'mumulélo mondo

Uakhéla ethu l'oquiva

scopo mtéco

Ni Uira orávo othururôa

Wa ióténe mcuthélo oquiva.

spuntato!

 

spuntato!

Nella terra della mia origine

Non svegliare al mattino

noi! Ci svegliamo ogni mattina.

 

spuntato!

Occhi prima dell'alba

Prima che il sole sapere il suo posto

Prima che il gallo scrivere la canzone di mattina

Mantengono il camae sonno servirà la terra.

 

spuntato!

Lascia trascinando il cantiere

Dobbiamo spazzare nei nostri cuori

Dirt da ieri

Ecco la terra di là

Alzare la zappa, coltivare il suolo

e lanciare nuovi semi.

 

spuntato!

Deve essere illusioni notturne

Sognando di pane lì sul tappeto

Non cantare altre canzoni

Carica la patria ed essere noi stessi.

 

spuntato!

Provare il saluto dei viventi

In un'altra fase di respirazione

Grazie al dono della vita

inventare posti di lavoro

e germinare nel miele mani

Di tutte le punture della vita.

Menzione d'Onore – Aura Kawanzaruwa

(Harare, Zimre Parco – Zimbabwe)

BLUES MAMA'S

 

La sua mamma era unico, non come qualsiasi altra ragazza

Era lento a parlare, coinvolti nel suo mondo

Questa casa ragazza, fu turbato come una macchina rotta

Le mancavano gli sguardi o le mosse di una porno star

Credo che le sue insicurezze erano universali

Non poteva davvero trovare un posto per la sua vecchia anima

E alcuni problemi erano come cercare di leggere il codice morse

O è stato davvero difficile o lei era solo molto lento

…E nel bel mezzo della notte

…Aveva svegliarsi soffocare la vita

Sarebbe stata una buona madre, lei può essere una moglie migliore

Lei può scrivere tutti i suoi torti, sarà la sua attività prende vita

Non voleva che questo genere di vita per la figlia

E 'stato fondamentale ha messo ordine nella sua vita

Per la donna viene la nascita di una madre

E per svolgere quel ruolo non ci poteva essere nessun altro

distinto menzionata – Leco Nkhululeco – Paulo Paulo

(Maputo-Mozambico)

poesia in video

SPERANZA AFRICA

Voglio più lacrime nel cuore dell'Africa

dolore così radicato

mal vuoto

Utopie di sogni colorati

Non voglio per ospitare l'urlo nero nel cuore dell'Africa

Nei giorni bui senza colori tenui

Solo il dolore sapore rauco

Pepato il cuore morto dell'Africa

 

Africa Africa

Già mi piantati hai rubato l'amore

oggi! Il vento non è più polvere da sparo né fumo

Non più urla il silenzio di sventura

Queste voci di speranza

Quella per eccellenza è il colore del mio destino

 

Africa Africa

Ora essi contemplano la vita e la morte lasciato al caso

Nel trattare la mia sensazione

Tempio dove contemplare il tempo tortuoso

Scomponendo sfaccettature annullata di dolore

Nel sobborgo della mia anima

 

Africa Africa

Mi Walks è la tua aromi speranza

In modo che la fame non prostituta nei corridoi di una nazione

 

Africa Africa

Dove il sorriso è il respiro della speranza

Dove la pace è la voce suprema del cambiamento

Africa speranza

 

Citare – Esther Karin Mngodo

(Tanzania)

 

AL MIO PADRE, BABA MADIBA

 

A mio padre, Nelson Mandela

I bambini sanno il tuo nome prima ancora di sapere che si faccia,

Si sentono il calore della tua anima

Prima che la sanno come freddo è arrivato prima di irradiata sole dai tuoi occhi

 

Hai insegnato ai bambini cosa non potranno mai imparare all'interno di un aula

Che cosa hai imparato in un cellroom,

Il che mi fa chiedere – che è più più libero rispetto agli altri?

 

Per voi non sono mai stati vincolati da odio, solo catene d'amore

Lei è stato mai spostato a male

Ma solo benedire ogni anima che ha dimenticato che il rosso è il colore della vita-

Il sangue che scorre nelle nostre vene.

Si è scelto di essere accecato colore, anche se gli occhi potevano vedere tutti e di tutto

 

Caro padre, baba Madiba

Raccontaci come hai fatto

Quando stendete le braccia di perdonare e di abbracciare le stesse armi che versano sangue rosso

Di bambini innocenti che non condividevano la stessa pelle di quella che ha riguardato la loro all'interno

 

Insegnaci baba

Come sono state le tue labbra il coraggio di pronunciare parole di amore e compassione –

Un'estensione della vostra anima?

Diteci come non si è scelto di utilizzare la propria posizione di rimborsare male per male e peggio in peggio.

Solo la gentilezza per ogni male

 

Diteci padre

Per non abbiamo imparato che il sangue non è a colori

L'amore è più profondo di pelle

Per importante sull'arte della pace più di quanto le nostre mani sono abili in guerra.

Uccidere vicenda sul pane e pietre preziose,

Olio e telefoni cellulari,

Ridurre valore di ogni altro per le cose lungo le nostre anime per

 

Insegnaci baba preghiamo

Per noi non conosciamo la strada

menzionare – Hirondina Juliana Francisco Joshua

(Mozambico)

Dialogos MONOLOGADOS

Zitto mia bocca.

Sfondo è cresciuto il desiderio di spogliarsi

Mi Invent in altri dialoghi.

Io e voi che io in realtà sono.

io me, entrambi.

Non essere costernato, non sempre sono monologhi solista.

divorarmi in maniera inversa,

li bere con tutte le carestie che hanno.

Nell'interno in silenzio chiudo io sia.

Chiama il mio dialogo monologo.

Le sue ustioni della bocca suonano con freddezza.

Che cosa è questo?

Quasi mi confusi.

E non mi sento dolore troppo a sentire…

Ora vado al di là anche morti

Riempire l'exaustidão con un uccello alato in mano

Le mie dita a me morire

L'ego in volo.

Sorsero in me un'altra parola, essere.

clonato, dal nulla, come se fossi caduto dal cielo…

Questo fa rima con amore, con la vita, con la terra, acqua, con…

mozione.

Poi sono stati arrivando sempre più parole…

Ma come dire se io zitto?

Come se la mia bocca è l'anima,

Se la sua anima bocca è.

Non posso rispondere il pensiero.

Zitto mia bocca.

Essa ha impedito me che conosceva meno lo so.

Mi è cresciuta una volontà, uno vontande di inventare me me.

menzionare – Hera Yolanda De Jesus –

(Mozambico)

prestito sou

Feto di un utero sconosciuta

Dato come mancanti

Dimenticato in un contenitore dell'immondizia

 

Io sono il figlio di questo piano freddo

Che ogni notte accoglie me

Fratellastro questi vicoli dove si nasconde sporco

Figliastro questi viali che mi disprezzano per essere molwene*

prestito sou, SIM molwene

prestito sou, ma sono anche persone

Persone come te, come gli altri

 

La stessa aria che respiriamo

Sentiamo lo stesso dolore

Battistrada lo stesso terreno che deve ingoiare quando Dio chiamata

 

prestito sou

Uccello che vola gratis in tutto il mondo

Sono un uccello che becca il grano grano questa filthy floor

Nessuna preoccupazione per il futuro

 

Visto in pezzi corpo esfarrapos millenarie

Mi porto nella mia pelle squamosa un carapace, rivestita dal vento

Nel mio capelli sotto altra “molwenes”, non dove dormire e cosa mangiare

domani

When Tomorrow raggiungere, Non voglio essere molwene

Voglio anche essere persone come te e gli altri

 

 

* prestito- bambino di strada

 

  • Condividere

Scrivi un commento

Ultimi tweet