Una passeggiata nei Paesi Baltici

Da: Daniel Landa (testo e foto)
Immagine precedente
Immagine successiva

informazioni intestazione

contenuti informazioni

Estonia, Lettonia e Lituania sempre vanno di pari passo. Ognuno ha dato la sua personalità al gruppo dei paesi baltici. Sono insieme, per rendere più rumore, separatamente perché sono sentito solo in Eurovisione. Tutti e tre si affacciano sul mare, con le spalle alla Russia, un su Historia SOVIETICA que queda lejos, como sus Guerras.

Tallin

Veníamos de Kiev, con la euforia de haber ganado la Eurocopa. Dejamos las avenidas ucranianas para aterrizar en Tallin, Una ciudad donde el encanto sé ha amurallado y donde La Magia Dura Un paseo. La capitale dell'Estonia Tiene ese aire medievale para disparar la imaginación del Viajero, que pretende Retroceder en el tiempo Mientras Degusta un buen Plato de Salmon en un restaurante plagado de Velas.

Tallin Tiene algo de Escandinava, Un Punto Germanico, Una Ruso pasado y un Futuro universale, porque la prosperidad llega en Avión en forma de turista. Tardamos Una mañana en varias veces perdernos por el casco antiguo. Por la tarde ya conocíamos el laberinto de callejuelas, iglesias y torreones de princesa.

La piazza del mercato dimostra che l'intenzione non qualificato per viaggiare nel passato, per salvare le scene medievali, con il tipico, confetti, sculture in legno e abiti antichi signore che cercano di conciliare con lo spirito della città prima, e prendere la possibilità, stordire i visitatori con il fascino di un'epoca morta, lasciando migliaia di dollari per le bancarelle di strada.

Sono giunto alla conclusione che all'interno dei templi, il viaggiatore riesce a fuggire dall'immagine cartolina e scoprire l'intima essenza di un luogo.

Abbiamo visitato la Cattedrale di Alexander Nevski, con cupole nere e affreschi ornato all'interno ortodossi fedeli e accendendo candele. Sono giunto alla conclusione che all'interno dei templi, il viaggiatore riesce a fuggire dall'immagine cartolina e scoprire l'intima essenza di un luogo. La devozione non può essere commercializzato. Le preghiere non sono venduti.

Come città siamo solo in ogni ambito, Abbiamo deciso di noleggiare una bicicletta a fiancheggiare la costa. I percorsi verdi accompagnano una passeggiata che ha troppi gabbiani mancanti e spiagge. Poiché la distanza, Tallinn sembrava aghi vicino al porto dove attraccano i traghetti. E 'l'estate del Batic mare, il volto allegro e pantaloncini. In inverno mi immagino un altro volto. Abbiamo lasciato la città con l'autobus, che finisce come una storia.

Riga

Ci sono voluti dieci minuti per capire che Riga ha più realtà. E 'la più grande delle capitali baltiche e qui ci sono semafori ordinare grandi viali. Abbiamo bisogno di una strada che ci guida attraverso la città vecchia, che non è quello definito come Tallinn. La sua architettura si concentra un insieme di edifici Art Nouveau, i sedili sono più larghi e le strade sono più dritto di in Estonia.

donne lettoni sono riusciti a gettare sguardi e le facciate perso la battaglia per conquistare l'interesse dei turisti.

Abbiamo deciso di salire fino alla cima della Torre di San Pedro, perché vertigini bene con prospettiva. Da lì si vede un capitale alternando chiese di pietra, alcuni grattacieli di vetro solenni e ponti sul fiume Daugava. Le piazze erano piene di gente. donne lettoni sono riusciti a gettare sguardi e le facciate perso la battaglia per conquistare l'interesse dei turisti. Manes occhi bionda e luce rampage le strade e nessuno si ricorda che la Lettonia è stata assediata dai comunisti e nazisti punito, in un gioco macabro per sottoporre la bellezza dei luoghi e delle persone.

Non ho perso la notte a Riga e una notte ho trovato e inventato. C'è musica dal vivo a Dublino, terrazze di alcol e sesso reclami. La sera si trasforma in una Riga europea senza ulteriori, che spegne la sua storia e arrogante, come Baltico.

Dentro ero un intruso, clandestino perplesso ed eccitato al tempo della nave.

La sbornia il giorno dopo prendo un parco affollato. Dappertutto c'erano signore vestite in costumi tradizionali, abiti bianchi e foulard che copre i loro capelli d'argento. Ma non c'erano gli stranieri ci. La musica mi ha portato in un capannone ipnoticamente. Dentro ero un intruso, clandestino perplesso ed eccitato al tempo della nave. Un centinaio di persone, tutte le età, ballare a vecchie canzoni. Gli uomini battono tamburi, le donne gli strumenti avevano mai visto. Una sorta di arpa su una tavola di legno. I giovani partner di ballo ricercato. Essi corrispondevano con un gesto e poi tutti hanno condiviso la pista con una solennità che ho trovato molto più medievale di tutte le chiese medievali di Lettonia. Poi ho pensato alle precedenti discoteche con go-go dancers tacchi a spillo e l'ho trovato impossibile essere nella stessa città.

Sulla strada per la stazione degli autobus sono stato contento di aver camminato quel parco. Non ero sicuro di quello che aveva visto, ma sapevo che era qualcosa di genuino e durante il viaggio in Lituania, Ho pensato o sognato- con quegli accordi e quelle danzanti e quei gesti.

Vilnius

E arrivato a Vilnius ..., dicono che ci. Ed è stato molto caldo. Le strade dove il ghiaccio è installato in inverno erano ormai costellate terrazze dove i visitatori in cerca di rifugio dalle ombre. La cattedrale enorme e molto bianco riusciva a malapena a vedere senza occhiali da sole e una piazza, un gruppo di adolescenti sono stati coinvolti in una battaglia in una sorgente di acqua. Città di Vilnius sembrava un tranquillo, senza il tumulto dei turisti, gioviale, ma senza eccessi e belle, con disturbo delle chiese di diverse fedi, le colline di rottura simmetrie, pavimentazione in ciottoli che annuncia il passaggio di una donna in tacchi alti.

Città di Vilnius sembrava un tranquillo, senza il tumulto dei turisti, gioviale, ma senza eccessi e belle, con disturbo delle chiese di diverse fedi

Lituania conserva qualche caratteristica sul suo passato sovietico, ma, come Tallinn o Riga, È stato determinato a guardare nello specchio dell'Europa. Mezz'ora dalla città un altro autobus ci ha lasciati in un tour del Castello di Trakai, l'interesse cuye risiede nel loro ambiente, nel bel mezzo di un lago in cui le famiglie rubísimas Domenica bagno. Ci sono barche e ristoranti, Ci sono moli e bikini, e gelato stand e pantofole e sorrisi. Ma ci sono un passato atroce. Nessuno osa ricordare che la Lituania, i nazisti hanno sterminato centinaia di migliaia di ebrei. Non c'era ancora campi di concentramento in cui gli assassini sono entrati Lituania per eliminare una delle più grandi comunità ebraiche nel mondo.

Forse provare a rispolverare Vilna orrori allegri colori pastello piazze, vendita Ambar, cartoline e un futuro promettente per la sua gente.

Forse provare a rispolverare Vilna orrori allegri colori pastello piazze, vendita Ambar, cartoline e un futuro promettente per la sua gente. Ed è quello che vediamo oggi: strade dipinte di fresco che coprono le ferite del passato.

Europa non cammina, vaga. Viaggiamo da una città all'altra, senza progettare percorsi, destinato a fermarsi solo nei loro vecchi caschi, per assorbire le scene più gentili che vogliono che diciamo. Accettiamo l'affare, abbiamo prendere la mano nel caffè, da un luogo all'altro, perché questo continente sta godendo le sue piazze. Ma sicuramente quando arriva l'inverno, quando non ci sono turisti 30 gradi sotto zero, Lituani indietro a guardare le foto in bianco e nero, per ricordare la vostra storia, e all'interno della chiesa accendere candele per i loro morti.

 

 

 

 

 

  • Condividere

Scrivi un commento