Arequipa: una piccola Spagna nel deserto

Da: Daniel Landa (Video e testo) José Luis Feliu (Foto)
Immagine precedente
Immagine successiva

informazioni intestazione

contenuti informazioni

Non può ottenere ad Arequipa senza sabbia nei capelli. La città è come nascosta, fuori luogo tra le Ande e il deserto di Nazca, AL il Perú. Dune Crossed, abbiamo guardato al Pacifico, costeggiava i monti e giunse a una versione di Spagna che ha ottenuto trasalimento.

Ci siamo avvicinati alla figura stoica del vulcano Misti cui piedi della città di bugie Arequipa. Non si era ancora caduto pomeriggio e siamo stati al Casa Andina. Wandering passeggiate portano sempre a coloniali città piazze e la piazza principale di Arequipa meritato uno sguardo calmo. E 'stato eccezionale. Dai portici che circondano la piazza è più facile per ammirare la Basilica Cattedrale incorniciato da archi e colonne. Al fondo, sempre, la neve-capped Misti. Arequipa ha un equilibrio elegante, E 'più sottile di Cuzco, più stilizzato e più bianca. Concentra la grazia nelle loro facciate luminose, nei loro monasteri, nelle loro chiese e nei loro luoghi, ma ha dimenticato di erigere un monumento a Vargas Llosa, il suo figlio preferito.

Arequipa ha un equilibrio elegante, E 'più sottile di Cuzco, più stilizzato e più bianca

La città è riuscita a mantenere l'atmosfera dell'architettura del XVI secolo e l'armonia del suo periodo di massimo splendore. Il ristorante "La Terraza" ha offerto le migliori viste della città. Ci siamo incontrati a Venezia, il proprietario, ardentemente che ci ha detto i benefici di Arequipa, la calma, sua storia, paesaggi. Il menu comprendeva cui, un ratto della Guinea-guardare e grande gusto. Dopo, come il vento soffiava fresco sul terrazzo, Ci hanno prestato un poncho peruviano per accompagnare la magia di questo angolo. Il pisco sour concretizzato un pranzo in cui siamo tornati a sentirsi privilegiata, Plaza Mayor indossa il suo fascino coloniale.

La storia di Juanita, una ragazza 600 anni

Nel pomeriggio mi sono avvicinato al Museo Antropologico. Ha diverse sale in cui sono esposti ceramiche di antichi abitanti andini, scarpe sparto, vecchie fotografie e oggetti recuperati dalle montagne. Ma l'ultima sezione del museo tutte le riserve ammirazione. Dopo tende nere, la luce fioca illumina una teca che contiene il corpo congelato di una ragazza, al momento della sua morte. Chiama Juanita e la sua storia è da brividi. Già nel 1440 la ragazza si offrì di morte prematura. Secondo i riti sacri, pochi eletti avrebbe vissuto in paradiso dopo dell'autosacrificio. Cinque mazza spinato inclinato la vita di Juanita. E 'stato poi messo nel foro del vulcano Ampato 6.000 metri, snowline dove tengono tutti. Molti anni dopo, un terremoto è tornato alla luce quella ragazza congelata oggi è esposta al Museo di Arequipa.

Chiama Juanita e la sua storia è da brividi. Già nel 1440 la ragazza si offrì di morte prematura.

José Luis è arrivato più tardi e fotografato con la modestia del viso della ragazza, il suo gesto terrorizzato al momento del colpo letale. Il vulcano aveva salvato un dimenticato entro i confini della storia delle Ande. Ci sono corpi più congelati di bambini le cui anime, Voglio credere, godere di paradisi caldi.

Quella stessa notte siamo andati a cena con la tranquillità del nostro lavoro hanno finito di registrare il Perù. Abbiamo chiacchierato accanto a Plaza Mayor, dove Fontana in bronzo germogli di acqua manca la pampa. Si parla di lavoro, sperando che le immagini registrate sono stati in grado di riflettere la ricchezza di esperienza, l'atmosfera delle persone e l'eredità dei Figli del Sole.

 

 

  • Condividere

Commenti (1)

  • Marco Antonio

    |

    Eccellente blog, di come si relaziona alla città di Arequipa, conosciuta anche come la città bianca, perché la maggior parte delle sue costruzioni sono realizzate con incredibili bugnati bianchi. https://incredibletravelperu.com/

    Risposta

Scrivi un commento

Ultimi tweet

Nessun tweets trovato.