Navigazione del Bosforo: Istanbul ai cancelli del Mar Nero

Da: Ricardo Coarasa (testo e foto)
Immagine precedente
Immagine successiva

informazioni intestazione

contenuti informazioni

Ho sempre ribellato contro le pretese senza soluzione di continuità, quelle descritte con tale forza che proscribe qualsiasi accenno di dubbio. Tutte queste verità presunzione di infallibilità, insignificanti sono, Essi devono sempre passare attraverso il setaccio di scetticismo. Avevo letto che non si poteva entrare nella vecchia fortezza bizantina Anatolia Kavagi, costruita nel XIV secolo su un promontorio strategica sul Bosforo che alta Turchia volti asiatici mar nero. Ed era vero. Il castello è stato chiuso. O almeno così sembrava.

Mi circondo le sue mura hanno notato una sorta di triste è venuto improvvisamente fuori da una piccola porta, seguito da un piccolo gruppo di turisti. E, dopo aver salutato, rimase lì, con il suo mazzo di chiavi in ​​mano, come un bambino consapevole del suo ultimo scherzo. Non parlo inglese, ma era chiaro che volevamo andare e lui potrebbe aprire, in attesa di un suggerimento per andare oltre con il loro reddito topping. Sì, è possibile immettere. Ho dovuto andare solo lì per controllare. Ancora una volta, Lo scetticismo aveva battuto.

Ho sempre ribellato contro le pretese senza soluzione di continuità, così forte che proscrivere ogni accenno di dubbio

Abbiamo trascorso dietro di lui e rapidamente chiudiamo la porta, interessati a non lasciare impronte. Dentro non c'era. Bene, sì, solo una coppia sdraiata su un muro abbattuto, auto-assorbito nel loro momento romantico così confuso quasi pietra. Prima di noi, pochi chilometri a nord, il Bosforo e il mar nero, Ponto degli antichi greci, Essi si mescolavano le sue acque. Un vento furioso soffiava le parole di distanza e ci ha lasciato in balia di gesti e pensieri. E il mio erano ancorate nella impresa mitologica JASON e gli Argonauti a vela alla ricerca del vello d'oro, il poema epico che Apollonio Rodio ha lasciato ai posteri fa 2.300 anni.

verso Colchide, una regione nord-est del Mar Nero, dove le mappe disegnate fermati, spedizione di Jason doveva attraversare il Bosforo loro particolare alta Rubicon: il passaggio di Ciáneas rocce, «allí en el lugar en que se estrechan las aguas del mar». Nadie podía atravesarlas con vida pues «continuamente van al encuentro la una de la otra chocando entre sí». re Fineo, Jason grato per aver deciso di eliminare le arpie, Ha dato loro la soluzione per uscire indenni da trance. Sono stati rilasciati in vista di una colomba. Se l'uccello ha attraversato le rocce, la nave doveva tornare indietro e Symplegades consentire rapido passaggio. Anzi, se l'uccello è morto nel tentativo dovevano tornare immediatamente per, Ha avvertito il sovrano, «no podríais escapar a una muerte terrible entre las rocas». La colomba passata per i capelli e Argo è stato in grado di continuare il suo viaggio pericoloso.

Avevo letto che non si poteva entrare nella vecchia fortezza bizantina di Anadolu Kavagi. Sì, si potrebbe. Ho dovuto andare solo lì per controllare

Ese mismo estrecho que Jasón y los argonautas lograron navegar pese a la certeza de que «sobre sus cabezas se cernía en efecto una muerte irremediable» es el que tenemos ahora a la vista, entrambe le parti unite da un ponte moderno, artigliato via di catturare le molte navi da carico che attraversano, Calcestruzzo raccoglie le sue braccia per consentire cargo frequente a vela.

tracciare la Bosforo è storia browse. molo Eminonu, in la sempre sorprendente Istanbul, tra il Corno d'Oro e il ponte di Galata e vicino alla Moschea Nuova inconfondibile, Traghetto parte making quotidiano viaggio Anadolu a Kavagi. Il costo del biglietto 25 lira turca (meno di otto euro) e il viaggio dura un'ora e mezza. Dovrebbe essere presto per garantire un buon posto sul ponte (è meglio sedersi sulla strada a dritta e port intorno, o viceversa, godere della vista su entrambi i lati).

Un vento furioso soffiava le parole di distanza e ci ha lasciato in balia di gesti e pensieri. Il mio era a Jason e gli Argonauti

prima di arrivare a Besiktas, il primo di sei fermate, alla nostra sinistra abbaglia la facciata del Palazzo Dolmabahçe, lo sfogo arrogante del sultano Abdul Mecit la metà del XIX secolo smentire, con l'aiuto di diversi prestiti bancari esteri, l'inarrestabile declino dell'Impero Ottomano.

Luce sole splendente, ma le forze del vento sul ponte riparo presto. le correnti dello Stretto sono così potenti che si nota la forza del Bosforo sotto lo scafo. Dopo aver lasciato il Parco Yildiz, fino a Ortaköy, Sempre sulla sponda europea, abbiamo navigato sotto il ponte del Bosforo, più di un chilometro di lunghezza, la prima ad essere costruita sullo stretto. molto prima, nel VI secolo aC, Darío I «el Grande», re di Persia, Ha costruito un ponte da una ad un'altra banca (dall'attuale quartiere di Uskudar) da una successione di barche da trascorrere con il suo esercito, un'opera di enorme di ingegneria per il momento.

le correnti dello Stretto sono così potenti che si nota la forza del Bosforo sotto lo scafo

A un lado y al otro se suceden los suntuosos «yalis», l'antica residenza estiva dal momento che i pascià XVIII secolo e visir si alzavano da ottomano a Istanbul lungo il Bosforo come un segno di distinzione e la posizione sociale, e il cui abbandono alimentato scrittori dolore come Nobel Orhan Pamuk. «Cuento los barcos que pasan desde que tengo uso de razón», cuenta Pamuk en su «Estambul. Ciudad y recuerdos», al tiempo que atribuye el placer que produce pasear por el Bósforo a que «uno siente que se halla en un mar en movimiento, potente e profondo di una città enorme, histórica y descuidada».

Il punto più stretto del Bosforo, 660 metri tra le due sponde, E 'facilmente riconoscibile per le due fortezze che controllano il passo strategico dello Stretto: Rumeli Hisa di, construida por Mehmet «el Conquistador» en la parte europea para culminar la toma de Constantinopla, e Anadolu Hisan, replica asiatica costruito da Bayezid I. Poco più tardi, poco dopo aver attraversato il secondo ponte, Sultan Mehmet Fatih la, noi Kanlica (famosa per i suoi deliziosi yogourts), secondo incrocio arresto. Nel mezzo è Bosforo, uno Babor, Istinye Bay, il suo porto naturale per eccellenza, e quasi in vista di Yeniköy, una successione di facciate ottocentesche dove la barca si ferma di nuovo a pochi minuti.

febbre fotografica è diminuita nel passaggio, il che rende la navigazione più sopportabile ponte

Per fortuna, febbre fotografica è diminuita nel passaggio, il che rende la navigazione più sopportabile ponte. Già in acque alte Bosforo, Sariyer E 'un susseguirsi di navi da pesca che nutrono i mercati estambulíesi. E 'l'ultima fermata prima di fermarsi ai due popoli, uno su ogni banca, che segna la fine del percorso: Rumeli Kavagi y Anatolia Kavagi. In queste acque, dove il Bosforo si allarga per unire il Mar Nero, pesca a strascico è grande e le barche alle prese con forti correnti per ottenere il miglior pescato.

fortezza genovese, di origine bizantina, E 'arroccato su una collina, che le case sono sparse Anatolia Kavagi, un villaggio di pescatori che profuma di sardine alla griglia e ultima frontiera. Case di legno dockside, un traballante, solo accentuare l'impressione di essere circa al passaggio su un posto a fuggire, rifugio dai problemi del mondo. Al di là di, monte Bosphorus, perimetro militare limita il passaggio. Infatti, camminare come si sale la collina dove sorge il castello abbiamo passato un po 'sopra turco.Un squartamento nato scale, il lato sinistro della strada, Ci stanno prendendo attraverso varie terrazze di ristoranti, ogni più appetitosi, al vecchio forte (Inoltre si può salire su uno dei pochi taxi in città). un cane, il più intelligente della classe, ensimismado gode di un punto di osservazione privilegiato sulla stretta, come se il tempo non fosse con lui.

Dopo salita circa mezz'ora, siamo finalmente all'interno della fortezza, in un campo punteggiato di cespugli scraggly, con il Bosforo ai nostri piedi

E dopo quasi mezzo una salita un'ora, ci siamo finalmente all'interno della fortezza, in un campo punteggiato di cespugli scraggly, con il Bosforo ai nostri piedi, a parte Istanbul, là sbirciando dalla foschia, dall'altra il Mar Nero e in tutta Europa, godendo l'unica volta che ci ha dato la borghese mazzo di chiavi, che si è guadagnato la punta giusta per.

Tornati in città, Abbiamo fretta il tempo di risalire alla barca che ci porterà di nuovo a Istanbul. No Anadolu Kavagi a lasciare senza provare una porzione di hamsi (simile acciughe), locale stella piatto di cottura di visualizzare la strada stessa. Abbiamo scelto il Kösem Balik, ma la città è ben fornita di ristoranti ed i prezzi sono abbordabili.

Gli autobus partono da Anadolu Kavagi visitare la costa asiatica a Uskudar

Per chi ha tempo, I bus partono da Anadolu Kavagi (in piazza) Sono visitare la costa asiatica a Uskudar, già in Istanbul, un'ottima occasione per esplorare i pittoreschi villaggi disseminati lungo la costa dello Stretto. Tuttavia abbiamo optato per la navetta, un viaggio che, sazi e la fretta fotografica, E 'più rilassato e introspettivo. Bosforo, laggiù, ancora ruggire.

  • Condividere

Scrivi un commento