Dialoghi con Maputo

Da: Javier Brandoli (testo e foto)
Immagine precedente
Immagine successiva

informazioni intestazione

contenuti informazioni

L'assalto del primo mattino sul Maputo fantasia. Il vento si è fermato alle porte della sua spiaggia di cenere grigia, mentre i cani solitari si preparano per andare a dormire senza pilota che cosa provengono oltre. Allora la città, durante i pochi minuti che la luce è denunciare tutto ciò per la prima volta, bollire tra il rombo di migliaia di persone che non sanno dove andare. Poi, dopo 30 minuti in cui il tempo non entra nella orologi, tutto torna alla calma. Eso piace Maputo, risveglio.

Che cosa è timidamente, senza coraggio, come dandovi il tempo di presentarsi in congedo

Divertimento Maputo s, bello, allegro. Che cosa è timidamente, senza coraggio, come dandovi il tempo di presentarsi in congedo. Nei bar ci sono i musicisti che immaginano i clienti; nelle sue strade si vede i bambini che ballano nelle ombre di mango; nelle loro semafori qualcuno ti offre qualcosa è sempre necessario e dopodomani, che né bisogno, essa dovrà offrire; nelle sue amanti parchi senza rifuggire dalle loro ombre arrivare a capire che se si sentivano di essere troppo vicino o troppo lontano. Tutto accade in un costante sorriso che offende nessun'altra tristezza ragionevole.

Maputo inventa. Tavoli Invent vagano per le strade. Recentemente ho scritto: "Come si può non amare un posto che quando si alza la testa e vede pranzo muovere una foto?". Poi, Per l'affilatura del parere che, dopo la vernice non guardare gli occhi, e le mani che non coprono la casella, e poche ore in cui nessuno va a casa con un telaio sulle spalle. Ma sono lì. Sempre. Dotato di tessuti dai colori vivaci, disegni sensibili abitano le loro coscienze. Sono la tua arte influenze indipendenza, quando questo paese ha deciso di combattere per la loro libertà legno intaglio nel caffè di ricambio e trincea. Le sue sculture sono brillanti, suoi scritti straziante, il suo altezzoso proposta culturale. Non imitare nessuno, ma se stessi.

Non imitare nessuno, ma se stessi

Mi piace sonnellini Maputo. Maputo è pieno di uomini seduti alle porte delle case signorili, con i suoi abiti dannatamente veterani arrotolate fino ai gomiti, dormire nelle loro ore di lavoro. Posti letto in tutte le ore che soffia nei confronti di una città che non li preoccupa. Lo fanno in posizioni impossibili. Rompere la fisica. Poi, e di notte, raccogliere le loro sedie e guardare le case, poiché in, sembrare addormentato accanto a una radio che suona arrugginito a volontà. In ascolto della Radio Maputo. Mi piace anche a Maputo. Mi piace il suono di questa città.

Maputo è abbondante nei loro bisogni, nei loro avanzi. Verde che scorre ovunque tra corridoi ammuffiti di asfalto coperti da un velo di cemento che si scioglie dall'alto. Quindi, quando si sale fino alla gola della città, valuta di corvi che volano tra i rami, antenne e cavi. Il mare è lontano, molto, una cinquantina di metri. Al fondo, più vicino, isole galleggianti fatte di legno.

Mi piace anche che di Maputo, que me enseñó a confiar sin mirar a los ojos

Mi piace anche il suo orgoglio di Maputo. Nessun complesso nelle loro crepe vialetto, o la loro canali di scolo in cui l'immondizia è in funzione l'aria. Ha sempre un gesto capace, come se il mondo degli altri che era ignaro e inutile da usi impropri. A Maputo, il bisogno è il trucco occhi di carbone. Le loro risposte sono a volte secca, quasi tagliente, Insegnamento che molte parole che sono costruiti sono soliloqui. Maputo parla lentamente, sensibile, onesto, anche se senza i miei occhi. Mi piace anche che di Maputo, que me enseñó a confiar sin mirar a los ojos.

  • Condividere

Commenti (5)

  • Juancho

    |

    Bene, Brandoli, bene!!!

    Che cosa è felice, noi…

    Risposta

  • Enrique Vaquerizo

    |

    Terrific, innamorarsi della città è a volte così intenso come fanno le persone.

    Risposta

  • javier Brandoli

    |

    Questa è la parte bella, Amate la. L'ho scritto in un giorno di calma, autunnale. Come in ogni relazione d'amore, Anche avere i vostri momenti in cui non ti piace la pettinatura, vaffanculo come canali poco cambia in fretta e non supportano si compra al supermercato cose inserviibles…Che non è stato scritto a Maputo, ma vi è anche. Comunque, è un posto tranquillo che ti permette di essere felici.

    Risposta

  • Olga Moya

    |

    Vedo che la fretta con cui si cambia canale è un bordo universale tra i generi! 🙂 Por lo demás, leggendo il tuo Maputo, Posso solo sorridere (sorridere e andare alla ricerca di voli per controllare quanti reni costerebbe più vicino in estate!). Anche se, in parte, Io ci sono stato attraverso i tuoi occhi! Surf!

    Risposta

  • Lydia

    |

    Maputo ben descritto da diversi punti di vista, da amore. Una delle mie frasi preferite: “Come si può non amare un posto che quando si alza la testa e vede pranzo muovere una foto?”.
    Ancora una volta, Hai fatto viaggi.

    Risposta

Scrivi un commento

Ultimi tweet

Nessun tweets trovato.