Ouagadogou e stelle cadenti

Da: Enrique Vaquerizo (testo e foto)
Immagine precedente
Immagine successiva

informazioni intestazione

contenuti informazioni

"Un cazzo ha iniziato a tredici anni. Un viaggio indovinate un po 'più tardi, viaggiare Voglio dire sul serio. Il mio primo viaggio è stato con un ragazzo in Nigeria, vi è la benzina più economico, giù un furgone e caricato con tamburi salita. Inizia così il business. La sera lavorava come cameriere presso il Centro Culturale Francese, Ho avuto una buona, Mi è sempre piaciuto il bianco… Pensi che ci sarà un buon caffè in Amsterdam?"Tabsoba guarda fuori dalla finestra con preoccupazione come andiamo attraverso le prime baracche Ouaga.

Da dieci giorni fa, Dormo su autobus e furgoni che vagano per il Sahel come pellegrini triste

Vivo sulla strada e penso di essere tirato fuori. Da dieci giorni fa, Dormo su autobus e furgoni che vagano per il Sahel come pellegrini triste. Dhoso, Niamey, Segou, Kaya, Bobo, Banfora ... sto diventando schiavo di questo peregrinare frenetici cerco di ottimizzare il tempo e le risorse. Scendere in ogni città con la prima luce del mattino, dare un'occhiata al mercato, condividere un paio di birre e prenotare un posto in prima vettura per andare alla prossima destinazione. Mentre io maledico il driver e attendere che tutti i sedili sono pieni, fare amicizia.

Tabsoba è l'ultimo, è installato accanto a me in questo camion di venti piazze porta a Ouagadogou (Ouaga per gli amici) la capital de Burkina Faso. Lui è entusiasta, a casa in due giorni. La sua ragazza, un olandese 20 anni più vecchio di lui, ha inviato il biglietto aereo e un po 'di soldi per la strada. Dodici ore di volo con fermate attendere la mattina successiva. Come la maggior parte burkinabé Tabsoba ha una band ogni sera e andare a ballare con i "macchia" della città. Quindi, ha incontrato la sua futura moglie, una ONG olandese lavoro.

Se non c'è il caffè ad Amsterdam come ha promesso lo pensa immediatamente il divorzio

Tabsoba è talmente innamorato, per lui l'età non è un ostacolo, naturalmente a condizione che la tua futura moglie prepara un buon caffè. Perché se c'è una cosa senza la quale egli non può passare, anche un minor numero di donne, è il caffè. Leccare mi dice che ci vuole più di otto tazze al giorno, è il tuo primo pensiero quando ti svegli e l'ultima cosa di quando si trovano. Sì, assicura sospetto, Amsterdam se non va bene il caffè come lei ha promesso immediatamente pensa divorzio.

Seduta distratto, Tabsoba, Yobou, Soufiane ... gli ultimi giorni e le conversazioni confuse nella mia testa. Ho solo prestare attenzione alla nuova colonna sonora della mia vita; il motore di run-run combinato con l'asfalto che crepita sotto di noi, e per le mie ruote, fare particolare attenzione ai più Ruedas. Se siete preoccupati per le vostre beate tazze Tabsoba Sono ossessionato con l'idea che i miei piedi stanno coprendo un ruvido, gomma appiccicosa. Rotonda ingovernabile e rotondo, fare un rumore come l'inferno e ho grande preoccupazione non adeguatamente recensione lo stato dei miei Yantas. Passo le mie giornate accovacciati in una posizione impossibile, Cerco di sfruttare al massimo lo spazio come a regolare la mia vita tetris. Se guardo avanti, contemplare una foresta di teste scure che ondeggiano con le asperità della strada, qualsiasi apparecchio a volte russare sulla mia spalla. Se ho fortuna e ottenere un posto vicino alla finestra, dormire sonno monotono paesaggio marrone con alberi di acacia e mandrie induriti. A volte mi sveglio e leggo.

Lo spirito folle di Kerouac presto sarà morto e sepolto

Ma questa storia e ha poco, Kerouac spirito folle presto sarà morto e sepolto. In un momento in cui sarò in Ouaga, poi mi aspettano quindici ore attraverso il Benin, Due giorni dopo ho un appuntamento a Cotonou. Vacanze in famiglia, una settimana di oasi, spiagge e palme, un letto e cuscini morbidi. Solo bisogno di un piccolo passo.

Scendere dal furgone lascio Tabsoba, Vi auguro una vita felice, pieno di amore e di ipertensione. Prendo un taxi e gli chiedo di portarmi alla stazione all'altra estremità della città. Il bus a Cotonou fuori in tre ore.

Coprifuoco, coprifuoco!, grida

La notte è bella Ouaga, fa un eccessivo calore e grandi stelle scintillanti pendono come ragni. Fuori contemplare il firmamento, un blu elettrico luce che l'attraversa come un colpo, Faccio un desiderio. Improvvisamente il cielo si riempie di decine di lampi luminosi che attraversano in tutte le direzioni, in lontananza si sente un rumore ovattato e sordo. Il conducente frena improvvisamente, tutti i sensi allerta. Coprifuoco, coprifuoco!, urla mentre si gira. Ma ciò che rende? La voce suona pericolosamente vicino e ora in grado di identificare i rumori Shots!

Mentre torniamo alla stazione il tassista mi dice che l'esercito è in sciopero. Stufi che non stanno migliorando i loro salari, minacciare diverse settimane di intraprendere un coprifuoco. Sembra che essi hanno deciso di iniziare questa sera. Il tocco inizia alle 00:00 e dura fino alle sette, è vietato guidare in strada o guidare o camminare. Le conseguenze possono essere immediato arresto o peggio. Qui serbatoi picchetti per le strade e il loro calibro misurate parole d'ordine quando si perde nel buio scoppio. Chi ha avuto la sfortuna di trattare con l'esercito o la polizia ovunque in Africa, sa che se frequentano qualche motivo il minimo che si può aspettare è che si vive tosati.

Trasformare una strada sono i primi carri armati

Ouaga incrociate sotto eccesso di velocità balicera cercando di abbattere le stelle, svolta una prima serbatoi apparire viale. L'auto sbandò e dà immerso nella città di notte. Pochi minuti dopo siamo di nuovo sulla stazione degli autobus, respirare sollevato. La maggior parte dei passeggeri sono diventati, vortice silenzioso sul pavimento e condividere le loro forniture a una cena improvvisata, un bambino piange. Tabsoba è installato su una panchina di metallo, Mi sorride divertenti, il suo aereo non lascia fino alle dieci. Estendere il sacco a pelo e sdraiarsi accanto a lui, mentre fuori infuria download. La gente sembra non curarsene, dorme sonni tranquilli, un coro di russare risuona indifferente night show stagione. L'unica cosa che mi preoccupa è perdere il prossimo autobus, il mio tassista ascolta la radio dalla sua auto e rassicura, chiunque può viaggiare in questo momento nella città. Non riesco a dormire e mi alzo per allungare le gambe, luci di notte con un bagliore elettrico, inusualmente bello. Fuochi d'artificio sembrano.

All'alba i passeggeri desperezan, Mi impegno con il driver la strada per la stazione. Con po 'di fortuna posso ancora prendere l'autobus per Cotonou. Città torna lentamente alla vita e si diffonde viali una scia di auto carbonizzate, alcuni dei loro proprietari valutare i danni. Ho incrociato lo sguardo con un ragazzo affranto che contemplava i resti fumanti del suo ciclomotore. Nei mesi successivi io ancora devo spendere tre volte di più per Oauagadogou, il coprifuoco resta in vigore, in un conflitto irrisolvibile tra l'esercito ed eterno e di governo, mutilare la vita notturna di una delle più gaia città in Africa, Condire con polvere da sparo e paura le loro mattinate.

Condimento con la polvere da sparo e paura le loro mattinate

Siamo arrivati ​​alla stazione, quando un furgone è in procinto di partire, un ragazzo appollaiato sul tetto ospita fasci di beni e chiama la destinazione Cotonou, Cotonou! Acquista il biglietto e stabilirsi nella fila posteriore tra due giganteschi "madame" e cesti di frutta. Con a completare il passaggio. Abbiamo iniziato, Ci aspettiamo 15 ora di macchina. Esausto mi addormento e sogno delle mie ruote. E ci sono, rotonda indifferente e rotondo sulla strada, mentre i controlli di polizia accadono, il corno, in attesa, marmellate, dubbi, venditori ambulanti, caldo, la solitudine di vita ....

 

 

  • Condividere

Commenti (4)

  • Daniel Landa

    |

    Grande la storia, Enrique, con l'Africa alla superficie su ogni riga.

    Risposta

  • Jaime

    |

    Kike, guardo Dubito caffè di qualità tatsoba…immaginare condivisione buoni colpi e notti da ricordare Malasaña intemperie.el sembra inaccettabile come i ricordi di Italia in auschwitz.un Primo Levi grande abbraccio dalla giungla colombiana…

    Risposta

  • Enrique Vaquerizo

    |

    Grazie mille Daniele. Jaime memoria di Malasana è sempre accettabile. Spero di fare bene per i vostri quartieri d'inverno:::

    Risposta

  • Isabel

    |

    Quale ricchezza di esperienze di vita ! . Grande , continua così

    Risposta

Scrivi un commento

Ultimi tweet