Tazara: A bordo del treno di rame

Da: Juanra Morales (testo e foto)

Dar es Salaam, "Luogo di pace" in arabo. Il calore umido, dolce profumo di marcio, polvere che copre l'asfalto sulla Ocean Indigo sulle spiagge pubbliche e mercati del pesce, Voci africane, Indiano, Europeo, China volte, in una città orientata a Est, quasi sempre con le spalle al vasto continente africano dopo la sua.

Abbiamo quattro giorni chiuso in una stanza. I muri scrostati dalle pareti sono uguali alle opache facciate dipinte di giallo in prossimità del nostro hotel, Central Backpackers città, Tutta la scena di Corto Maltese, con sguardi fugaci marinai, le prostitute drogate, la tutta la serie di personaggi inimmaginabili onnipresente polizia corrotta e obesi. E ancora in attesa del treno non va ....

Con i suoi marinai di sguardi fugaci, le prostitute drogate, il sempre presente obesi polizia corrotta

Quasi nessun treni in Africa. L'idea coloniale di cavalcare sulle pianure in un treno a vapore incontra oggi con la corruzione, gestione degna di un film dei fratelli Marx, mancanza di manutenzione e reale necessità. Il treno per Mombasa, Karen Blixen a cavallo della piattaforma di accogliere la loro fattoria strada Africa, è semplicemente un riflesso di un'altra epoca. Solo in Sud Africa continuano a circolare grande vecchio espresso. Tranne uno ......

Negli anni settanta del secolo scorso, durante la guerra fredda, un curioso progetto ha visto la luce, promulgata dalla Cina desiderosi di estendere la sua influenza. Katanga y sus Diamantes, Rhodesia e oro, un tesoro nelle mani di capitalisti in una regione ancora incontaminata. Un nuovo sogno coloniale forse. Ed è stata la corrente di rame dello Zambia che ha portato Mao per promuovere ferroviario tra la costa della Tanzania e l'interno, attraverso quasi 2000 chilometri di foreste, montagne, laghi, in una geografia glossato da Livingstone e santuari attraverso come Selous.

Ed è stata la corrente di rame dello Zambia che ha portato Mao per promuovere ferroviario tra la costa della Tanzania e l'interno

Quel progetto, Usato TAZARA, il Uhuru Train, Freedom Train,è in corso oggi, con difficoltà e sempre con la minaccia della sua scomparsa, in uno dei viaggi più spettacolari viaggiatori possono immaginare.

Quinto e ultimo giorno almeno appare in stazione. Due macchine sgangherate, auto ad aria, sedili duri, pero absolutamente vital, riempito con la cacofonia di colori, aromi di cocco, frutta, unto e sudore , urla, pianto, canzoni e risate, pieno alla fine della Real Africa. E, Dopo quasi cinque ore di "lavoro di ufficio", siamo passati attraverso la periferia di Dar verso il Bundu, all'interno di, per il rame Centrafricana.

Un piccolo vano a giorno con letti a castello e una finestra senza vetro, prima classe. Una volta che abbiamo lasciato la costa, il paesaggio cambia. Alcuni percorso solitario baobab del pianoro che si eleva nel continente. Quel pomeriggio abbiamo attraversato Selous, la più grande riserva in Africa. Omaggio a un famoso cacciatore, uno di questi nomi emergenti dai libri d'avventura, scene di caccia in bianco e nero, salakot y ropa caqui. Proprio la scorsa settimana abbiamo nuotato molto vicino alla tomba solitaria di Hunter, niente di ostentazione. Solo nel mezzo di una piastra Bundu ci è costato un bel trovare. Un altro esempio di Africa nascosto ancora in attesa di essere riscoperto, con una sorpresa dietro ogni angolo.

Abbiamo notato un'ombra maldestro di entrare nel vano e cercando di spingerlo fuori del suo castello

La prima notte il mio compagno di viaggio non ha dormito bene. Poco dopo aver lasciato, notato un'ombra maldestro di entrare nel vano e cercando di spingerlo fuori del suo castello. Un clandestino, senza biglietto, che ci chiede di lasciarlo dormire mentre lentamente andando il mio compagno lui coccole dalla sua cuccetta. Entrambe le parti, uno con un lavoro di scimmia blu, un altro intimo inelegante, buio, grida e lamenti, Tutta la scena di serie. La questione si conclude con un gigante che accompagna il clandestino urla qualcosa e espulso dalla serratura della porta. E torna a dormire la notte sotto il rumore soffocante africana dei binari e delle stazioni dove il treno si ferma, con la testa occasionale spuntava fuori dalla finestra, due occhi come due luci bianche luminose nel buio della vettura.

Le fermate convoglio sono eterni e ci danno il tempo di carri del tour. Il prossimo al nostro è come un campo profughi, persone che cucinano in terra, esteso un paio di teloni in cui pochi mesi sonnecchia creatura fra il tremendo frastuono di sua madre, parlando ad alta voce e la radio con la musica a tutto volume non smettono di squillare. Una atmosfera di festa, familiarità, che non si ferma quando ci, a volte indiscreto chiedere il permesso di fotografarli. Ad ogni tappa le corsie delle auto sono pieni di venditori; canna da zucchero, succhi impossibili in sacchetti di plastica, semi, pasta fritta ...... una via della città che si disintegra quando il treno, senza preavviso, comienza poco a poco a moverse, e di nuovo il sonaglio monotono delle tracce e il paesaggio eterno, piano, viaggiamo, Sonno porta a.

E 'come un campo profughi, persone che cucinano in terra, esteso un paio di teloni sotto i quali pochi mesi creatura sonno

La terza notte abbiamo attraversato il confine. I doganieri ci ha registrato un noioso. Un'altra pausa nella notte. Passaporti volevano correre, sigilli contrassegnati, Benvenuti dormire sorrisi in Zambia.

Notevolmente ritardiamo. L'azienda non ha soldi per pagare il rail e ogni tre o quattro ore ci fermiamo mentre negoziano o organizzano qualche materia. Abbiamo iniziato ad incontrare carri abbandonati carichi di lingotti di rame, fermato accanto ai binari. Nessuno li guarda e, a volte danno l'impressione di animali morti abbandonati, arrugginire nel tempo. I prezzi del rame segnano l'economia dello Zambia e il ritmo di Tazara. Senza un prezzo competitivo forse compensa non tenere il treno rosso e foglie d'oro sulle piste in previsione di un aumento in un sacchetto da un altro mondo. Come prima, Africa oggi quasi sempre deciso lontano dalla vita di coloro che vivono.

Abbiamo iniziato ad incontrare carri abbandonati carichi di lingotti di rame, fermato accanto ai binari

Quattro giorni dopo aver lasciato Dar abbiamo Kapiri Moshi, "Stagione di rame". Poco più di un tetto circondato binari. A un certo punto il treno di overflow di vita che ha ospitato. La piattaforma si riempie e si svuota come un diluvio, corsa verso il trasporto successivo, nessun addio. In soli quindici minuti solo una vecchia uniforme, incaricata di dare le partenze e gli arrivi, è seduto su una scatola di banane come due bianco strofinare gli occhi sorpreso. Dopo 2000 km quasi sembra essere stato un sogno che è solo la macchina di prova e carri solitarie. Un altro dei sogni di viaggio rimasti in Africa, Viaggia con un capitale, come un sogno di un vecchio atlante per molti anni e.

La ricerca condotta:

  • Facebook
  • LinkedIn
  • Twitter
  • Meneame
  • Share

Commenti (3)

  • Javier Brandoli

    |

    Grande storia Juanra. Uno dei viaggi che ho più voglia di. Ero prenotazione biglietti e perso. Yo rubato un de Zambia Tanzania. Ricordo sempre quando sono andato attraverso la stazione e pensavo Kapiri, “merda, Penso che ho sbagliato”. Leggendo si confermano ciò che.

    Risposta

  • Monica de Cossio

    |

    Un giorno lo farò anche in modo che ho in cantiere , q esoero continua a correre

    Risposta

  • Mayte

    |

    Che viaggio affascinante e che bello la storia. Penso che questo treno sarà sempre romanzare, Non riesco a togliere l'immagine di Karen Blixen e Dennys Finch Hatton, aka Robert R. in un treno come questo, molto è cambiato.

    Risposta

Scrivi un commento

Ultimi tweet

Nessun tweets trovato.