“Se si guarda fuori attraverso, vi accontentate di una parte del mondo "

Da: Ricardo Coarasa (Sebastian Alvaro foto)
Immagine precedente
Immagine successiva

informazioni intestazione

contenuti informazioni

-Scrutando? Across sempre bisogno?
-È l'effetto della collina, piuttosto che dalla cima. Quando si arriva in cima si apre un mondo a voi. Avete appena iniziato. Ma il vertice è un fine (su un bordo). Dalla vetta dobbiamo tornare. Il pass deve passare attraverso. Ci sono picchi che sembrano Uttermost, in particolare, el Everest, prominenza scorso hai quasi fuori della Terra. Ma che cosa se avesse alle spalle un panorama di vette infinite in quanto ci sono solo scoperto? Poi retornas, prosigues a recuperare e cercare in una nuova linea di orizzonte. Se si guarda l'altro lato si è rispondente ad una parte del mondo. Anche, quando si poke, te puede dominar el vértigo de lo inacabable.

-¿Qué esconde la trastienda del Everest?
-Al norte del Everest, a partir de la gran cordillera del Himalaya, se despliega un haz de cordilleras que atraviesan buena parte de Asia, con grandes altitudes, longitudes extraordinarias, belleza superior, gran soledad. No salen en la prensa, no están en los libros, no tienen detalle en los mapas, no suenan en los boletines montañeros, no hay en ellas compañías comerciales ni campamentos base multitudinarios. Son escenarios apartados, incluso salvajes. Quien desee conocer esa naturaleza solemne y escondida, que aún permanece en un mundo cada día más adulterado, así como aprender su fuerte contenido cultural, debe descorrer el velo y entrar en el espacio que se abre tras lo conocido.

Ci sono picchi che sembrano Uttermost, in particolare, el Everest, prominenza scorso hai quasi fuori della Terra

-Lei parla di montagne nascoste, valli sconosciute, villaggi remoti… C'è redenzione per coloro che non possono arrivare così lontano e, tuttavia, sentire l'espressione fisica di passione intellettuale che ha fatto riferimento Cherry-Garrard?
-Ci sono molti grandi del mondo più vicino a casa, in pianura, colline, coste e le montagne, anche se bisogna scavare un po 'di più per rivelare i loro valori, forse coperto dalla consuetudine e speso da un uso eccessivo, e dobbiamo perseverare nella cura di, per proteggerli dalla cancellazione. Perché ci sono paesaggi sfumati come quando si passa dal cancellino, sia qui che in Cina.
Ma un osservatore è il valore dei terreni rispettosi nella vicina Sierra, ad esempio,, ivi Madrid, accanto, a Guadarrama, oppure a Huesca nella Sierra de Guara, figuriamoci nei Pirenei. Quindi è molto importante preservare questi luoghi, con un ecologico, chiaro, ma ancor più, con un senso culturale e di una profonda esperienza di natura indisturbata. Esse sono l'ultimo rifugio di un mondo che è stato così ampiamente solo un secolo fa, nel nostro territorio. I primi alpinisti spagnoli avevano altre montagne negli stessi luoghi che l'attuale, più solitario e remoto, selvaggia e prelievi, la maggior parte inesplorato, più pittoresco e volgare.

Ci sono molti grandi del mondo più vicino a casa, in pianura, colline, coste e le montagne, anche se bisogna scavare un po 'più a rivelare i loro valori

-Ha appena presentato il suo libro in Cina, e sembra destinata a tradurre in cinese. Non nego che si sta andando controcorrente.
-Non ho mai rilevato bene ciò che l'attuale, quindi non sono molto consapevoli di andare a favore o contro di essa. Ma so che io sono un insegnante e vorrei trasmettere la mia conoscenza, questa è la mia vocazione. Quindi penso che ci sarà un pubblico di lettori cinese può capire, amar, godere e conservare le loro montagne dimenticati. Solo l'amore ciò che è noto e quindi bisogna farlo sapere. Ma, corso, a cura, non danneggiare. Anche l'uomo è educato contatto positivo con la natura e di quei luoghi in grado di fornire interessanti spunti di riflessione non solo per la scienza ma anche di profonde esperienze in coloro che vagano.
In quanto vi è molto poco scritto su questi luoghi, almeno per tutti, i due autori del libro, Ricard y yo, ei suoi coautori, Sebas e Joaquin, pensato la loro diffusione, qui e con gli abitanti della Cina, possono attenuare questa mancanza di informazioni.

-Credo che si può esplorare le montagne con il suo amico Sebastian Alvaro, leggendario creatore di "The Edge of the Impossible", è un piacere aggiunto.
-Certamente. Abbiamo trascorso molti anni in giro siti selvaggi e remoti, addirittura sono stati insieme al Polo Nord. Ma, in questo caso, Cina abbiamo viaggiano insieme dal 1997, anche se entrambi erano stati lì prima, ognuno per sé. Da 2007 Noi siamo andati ogni anno per la Cina occidentale e centrale in tour con Ricard e altri amici, Joachim compresi, da luoghi perduti, come il deserto del Taklamakan, e Gobi, o le grandi catene. Di questi viaggi è nata l'idea di fare l'ultimo libro che abbiamo riunito. Prima abbiamo fatto un riconoscimento del contesto regionale di queste montagne. L'anno successivo la croce completamente da un capo all'altro. E la prossima li entrare, asceso suoi lati, lo studio, prendere i dati e siamo stati in grado di scrivere su di loro.

Sebastian Alvaro è un grande Expeditionary, con il quale si può andare alla fine del mondo, e si arriva a lui, e anche una grande persona, con il quale il viaggio è una gioia

Oltre, Sebas e ho scritto diversi libri insieme. Ie, abbiamo già esperienza di come lavorare unendo le forze. Ma, in particolare, Sebas è sia più: da un lato, una grande spedizione, con il quale si può andare alla fine del mondo, e si arriva a lui. E, altri, una grande persona, con quien ese viaje es un disfrute y una prueba de amistad en todo momento.

-¿Qué queda del Himalayismo de Mallory, Buhl, Bonatti o Herzog?
-Los tiempos cambian, su obligación es cambiar. Es muy bueno conocerlos, pero la historia fluye como un río y el agua de hoy no es la misma que la de la fuente. Se puede tener incluso nostalgia del tiempo pasado, es legítimo, pero el hoy y el mañana son y serán distintos. Lo que no debe cambiar en lo que se modifica, tuttavia, como en una persona viva que es la misma y muda a la vez, es la sustancia. La sustancia es lo que permanece en lo que necesariamente muda, es la identidad. Ellos crearon esa sustancia y fueron lo que su tiempo les permitió y les facilitó; fueron pioneros obligatoriamente, no podían ser otra cosa. E questo è molto più raro oggi, meno possibile. Ma hanno creato lo stile etico e sportivo, entrambi.

-Poi, Fa quello spirito leggendario ancora sopravvive?
-Ciò che è cambiato è a volte formalmente, accessorio: migliori squadre, comunicazioni più veloci, copertura mobile, posizioni geografiche, tecniche sportive, mappatura, informazioni, ecc. Questo non rimuovere la sostanza, ma ha modificato gli obiettivi e le tattiche; oggi c'è un alpinismo coraggioso nonstarter in epoca pioneristica, ma ha lo stesso spirito, Grazie a questi miglioramenti formali.
Ciò che non è così chiaro è che in certe pratiche e certe montagne di sopravvivere gli stili dei grandi alpinisti che hanno creato e fondato l'Himalayism. Commercializzazione Expeditionary o concorrenza o la pretesa di fama dallo spettacolo può portare a una distorsione o perversione di quei principi etici ed estetici fondamentali. E 'lo spirito che è cambiato.
Ma può anche accadere che alcune montagne, che erano solitario e ha chiesto un po 'di epica, oggi il suo traffico eccessivo, attrezzature mercificazione o far effettuare a loro è ora possibile trovare le condizioni caratteristica per la sostanza del grande Himalayism può ripresentarsi. Anche se richiede sforzi e anche portare a drammi, come l'Himalaya sempre molto esigente, il posto non è più necessariamente lo scenario chiesto che lo spirito. In questo caso, è la montagna che ha cambiato.

Le ochomiles attirano che promuove pubblico e di marketing, che può essere indifferente per l'ambiente

-Pensi che la raccolta di otto montagna mila rispettosa?
-Dipende da come è fatto. È ancora una questione di stile. Ci sono alpinisti altamente qualificati che fanno e ripetute anche misurano ochomiles perché è la loro montagna. Come fanno gli altri tresmiles, ad esempio,. Il ripetuto spesso un picco per vie diverse. Altri insistono che il livello sportivo obiettivi prefissati e lo fanno con le buone maniere, Essendo molto conquiste stimabili. Ma, se ci sono quelli che cercano la concorrenza, la fama e il finanziamento esclusivo, perché buono stile non riesce. Ma in questi casi la mancanza di rispetto non è la montagna, ma l'alpinista sostanza di cui abbiamo parlato. Se le grandi spedizioni vengono effettuate che non coinvolgono la tutela dell'ambiente e dei materiali di scarto e lasciare, allora è lo stesso monte che soffre di questa invasione. Le ochomiles attirano che promuove pubblico e di marketing, che può essere indifferente per l'ambiente. In questo caso ci mancanza di rispetto per la natura.

-Scalare una montagna è una metafora della vita. Che cosa si guarda a loro?
-Si tratta di una metafora spirituale, con molti contenuti. Ascensione, ricerca ascetica sopra, distacco dai simboli religiosi diventano terrene, persino mistico. Quali sono diverse credenze. E qualcosa di questo in ogni salita, anche solo per ragioni di scalatore laici invisibile. Si tratta di radici culturali. Ma oltre la montagna di solito restituisce una costante, un riferimento essenziale nella vita di alpinista, in modo che dà una grande quantità di tempo a disposizione di capitale, Lo stress, di illusione monetaria e anche. Esso individua gli ideali della sua vita. E, quando si va spedizioni, che richiedono lunghi soggiorni in montagna, diventa vita e la vita in montagna: ad esempio,, per il vero alpinista, tre mesi in Patagonia, due nelle Ande del Perù, quattro sul Himalaya, montagna in un anno, il resto sparsi sui Pirenei o Gredos… e così anno dopo anno, non è che vivono in montagna o vicino? In alta montagna non può nascere, ma tu vivere e morire; ha i caratteri quasi pieno della vita stessa. Egli gode e soffre.
Ciò che si cerca è una semplice esperienza di vita natura grandiosa, sperimentare la bellezza e la sfida, vivere con spontaneità, imparare le regole del Pianeta, attraverso le loro prove, conoscere intimamente, essere uno con la pietra, Tempesta, il torrente, ghiaccio, la pianta o di animale Libre. Essere libero e felice tra le cose di un mondo ammirato.
Premiare sempre il top è una morale.

La montagna di solito restituisce una costante, un riferimento essenziale nella vita di alpinista. Esso individua gli ideali della sua vita

-Fa curiosità ha età di pensionamento?
-Non posso giudicare per gli altri. Ci sono quelli che non hanno mai avuto la curiosità. Ma non si dovrebbe avere l'età pensionabile. La vida personal no coincide exactamente con la pertenencia a clases activas y pasivas, ni siquiera en este sentido. Eso es una regla social, administrativa, no vital. La curiosidad indica vitalidad, ganas de aprender, de conocer, de comunicar. La curiosidad significa tener futuro independientemente de la edad.

-¿Cree que en España nos han enseñado a querer y respetar el paisaje?
-Io penso di no. Minoritariamente, Invece, ha habido en nuestra cultura reciente grandes paisajistas, que han descrito los paisajes, los han querido y han inculcado su respeto. Incluso que han educado en esos principios. Pero la tónica general es indiferente al paisaje. La mayoría ni siquiera lo ve. Quienes llevan los gobiernos que repercuten en lo local, sólo ven territorios, aprovechamientos económicos, explotaciones rentables, casi nunca ven paisajes o, se cadono nella tentazione di vederli, pentirsi subito. L'evidenza è proprio lì: guardare fuori dalla finestra della macchina e il treno e dire ciò che si vede.
Sarebbe molto urgente salvaguardare il nostro patrimonio paesaggistico, molto, molto urgente. È una culturale naturale ed essenziale. Senza di essa, se borrásemos, identità non sarebbe.

In Spagna, la tendenza generale è indifferente al paesaggio. La mayoría ni siquiera lo ve

-Cercare di capire i popoli attraverso il paesaggio o viceversa?
-È una miscela necessaria, perché l'uomo rifà il paesaggio originario e il paesaggio è un ingrediente incidentale della tua vita. Tu fai il paesaggio e il paesaggio si fa. Popoli non sono separabili da quelle di paesaggi e di cultura e popoli utilities. Quindi, in un paesaggio di legge un popolo, in entrambi i casi questo paesaggio, il bellissimo mare feo, mantenuto la frantumi, raccontarci come queste persone culturalmente, stile, qualità, la sua barbarie. E, in combinazione, in una città si può leggere che cosa il vostro paesaggio, nelle loro azioni, maniere, stili di vita, musica, film, letteratura. Comprensione, come, è pieno o non corrisponde alla realtà.

-Una ragione per non aver ceduto alla routine
-La vita va opzioni di chiamata, risorse, risposte in tempo. Le circostanze cambiano, richiedere. Meglio, Credo che, affrontare la vita fuori dai sentieri battuti, al di fuori delle linee ferroviarie e stazioni orari segnati sulle guide. Attraverso campo. Poi il mondo è meno piatta, trovare sorprese, ci possono essere più inaspettato, ma anche questi possono essere più interessante di tutte le aspettative.

  • Condividere

Commenti (1)

  • Mayte

    |

    Come ho amato questa storia!!! ogni intero è un gioiello, L'ultimo paragrafo è particolarmente bello e vero.

    Risposta

Scrivi un commento

Ultimi tweet

Nessun tweets trovato.