Mae Ra Moe, prigione senza sbarre

Da: Olga Moya (testo e foto)
Immagine precedente
Immagine successiva

informazioni intestazione

contenuti informazioni

E 'successo per caso. Viaggiare in Asia per diversi mesi e reso vicinanza fisica al conflitto birmano per la causa mi ha sensibilizzato più del solito. Oltre, e per la prima volta in un tempo lungo, la notizia in tutto il mondo ha fatto eco una manifestazione di monaci buddisti che protestano le violazioni dei diritti umani che stavano accadendo in quel paese. Il mondo ha imparato che il Myanmar è stato. E con lui.

Il mondo ha imparato che il Myanmar è stato. E con lui.

Ho cominciato a raccontarmi quello che stava accadendo lì. Ho imparato a conoscere la colonizzazione britannica del paese, la promessa di uno stato indipendente per la minoranza etnica abitato, sulla violazione del patto e il ritiro, lasciando il paese impantanato in una guerra sanguinosa equa e niente che è durato troppo. -capitaneados birmani da parte di vari regimi militari- Essi hanno sostenuto che tutto ciò che è rimasto all'interno dei confini appartenevano a loro; Karen ha detto che un piccolo territorio al loro interno dovrebbe essere il loro stato. Il conflitto aveva perpetuato per decenni. E con lui la strage, villaggi in fiamme, violazioni, tortura, le uccisioni, Runaways alla foresta, dove, incredibilmente, Intere famiglie vivevano nascosti per anni- e numerose contingente frequentano la Thailandia come rifugiati.

Non è stato difficile per accedere al campo una volta che ho preso la decisione. Ho avuto la fortuna di contattare un rifugiato che ha lavorato con ZOA, una delle ONG che operano sul territorio- e dopo un paio di incontri a Mae Sot I Pueblo-vicino confine con la Thailandia con il Myanmar per, abbiamo delineare quello che stava per essere il mio lavoro e dove sono stato a giocare: Mi è stato inviato come insegnante di inglese a Mae Ra Boe, uno dei dieci campi profughi in territorio thailandese. L'inglese non era mai stato il mio forte, ma dal momento che l'organizzazione si calmò me assicurandomi che il livello degli studenti era molto semplice. Ho già indovinato allora che degli inglesi sarebbe meno. L'importante, pensiero, E 'stato vedere che qualcuno si preoccupava di loro, hanno avuto la certezza che il mondo non li aveva dimenticati. Che, pur non registrata su nessuna mappa, qualcuno è riuscito a trovare.

Mi è stato inviato come insegnante di inglese a Mae Ra Boe, uno dei dieci campi profughi in territorio thailandese

Sono arrivato un Martedì dicembre, eccitato, nervosa e piena di pregiudizi. Il viaggio che separava Mae Sot Mae Ra Boe auspicato una destinazione inospitale e inaccessibili. La jeep spostato imbattuti in una strada impossibile, buche risvegliati al secondo pilota ogni volta che era in procinto di fare un pisolino e fango scivolava pericolosamente ruote, mentre la fitta vegetazione sull'altro lato della finestra mi ha invitato a sognare. Nelle mie vene, il desiderio; nella mia testa, il dubbio; nel mio stomaco, sottovuoto nervi annodato. Nel mio MP3, come sempre, Sabina. Il viaggio è durato circa quattro ore. Nella stagione delle piogge può durare due volte, Sono stato informato. Sono francamente isolate, brulè.

Non dimentico mai il momento in cui la jeep si fermò a una barriera in aumento rudimentale, Mi hanno dato una guardia e la documentazione, Dopo pochi semplici passi, Ha approfondito il veicolo che doveva essere la mia casa temporanea. stupore. I perplessità. shock. Devo ammettere che mi aspettavo di trovare qualcosa di diverso, la televisione può essere molto dannoso in questi casi. Ma la mia enorme castello sbriciolato idee preconcette mentre attraversavo la linea immaginaria tra ciò che aveva visto nelle notizie e ciò che stavo vedendo in tempo reale. Non avrei mai immaginato che il posto dove sono andato a dare una mano sarebbe quella estetica e che la magia. O che sarebbe stato così pulito, così pieno di vita, Sorriso così Sobrado, così mi sono versato canzoni.

Devo ammettere che mi aspettavo di trovare qualcosa di diverso, la televisione può essere molto dannoso in questi casi

E il campo era un posto bellissimo. Fuori e dentro. Esteticamente perfetta nella sua verdi montagne, nella sua vertebrando fiume scena, in case di bambù tradizionali, sotto il sole tropicale strappare colori impossibili al paesaggio. -Non aveva anche negozi avrei immaginato- e un paio di ristoranti che i rifugiati con i soldi ei contatti in Thailandia avevano montato. Spiritualmente è stato anche meglio. La sua situazione disperata, invece di intimidire speranza, il spronato, la rosa al secchio, Ha la gettò in forma di ampi sorrisi, di sogni e il desiderio. Parlando con loro è stato quello di prendere una lezione di umiltà, Si è capito che i sogni non muoiono impossibile, ma dimenticato. E non fossero suoi: ancora latenti, vivo, overstretched, presente in ogni una delle sue parole. -A credeva in pace pur essendo in guerra-, -a la libertà a dispetto di essere amarrados-. Piccolo voleva essere insegnanti, giornalisti, politico, medico. maggiore, Essi desideravano costruire un futuro lontano dalle catene che aderiva all'interno di un confine immaginario. Alcuni potrebbero ottenere (programmi di reinsediamento esistevano in Canada, Australia, Nuova Zelanda, Stati Uniti d'America o in Norvegia); purtroppo, non tutti.

E 'stato facile vivere con loro. Mi è stato inserito nella casa di una famiglia di rifugiati. Dormiva sul pavimento della sala da pranzo su un paio di coperte, Notte aveva letto il lume di candela a causa della mancanza di generatori elettrici -disponían solo per le ore di punta- Io e la doccia in giardino, in una capanna di legno che nascondeva solo la mia vita, senza alcuna privacy. E, tuttavia, Ero felice posso assicurare. Blame aveva tutti e ciascuno di loro. Persone come Bonface, un angelo che mi ha insegnato che l'innocenza e la maturità possono andare di pari passo. O Mussy, la donna della casa dove ha vissuto, quel piccolo raggiungendo mi ha dato una serie di abiti tradizionali Karen con quel poco che aveva salvato. o ospitalità, incarnare in tutti quelli che mi ha invitato a cena a casa, Mi hanno cucinato un bellissimo tavolo con più di cinque corsi in cui ha mangiato da solo, mentre erano seduti davanti a me e mi guarda. All'inizio era scomodo. Solo quando ho saputo che era il suo unico modo per ringraziarmi, Ho capito che non potevo rifiutare qualsiasi delle loro offerte sembrano molto ingiusto per me che un giovane blanquita speso per le loro forniture magre, la loro cura e il desiderio.

Se ho fatto una passeggiata attraverso il villaggio o sedersi per un caffè, per leggere o scrivere al piccolo bar che ho battezzato come il mio ufficio, Ho seguito e mi ha guardato

E quale dei miei studenti. in classe, il migliore: sempre attento, senza interrompere, con il rispetto per l'insegnante che per anni è stato perso nel nostro mondo occidentale amata. mi permetta di non da solo né sole o all'ombra. Sono venuti a casa in qualsiasi momento. per la chat, per aiutarmi con i compiti, per distrarre la notte al suono di una chitarra. Se ho fatto una passeggiata attraverso il villaggio o sedersi per un caffè, per leggere o scrivere al piccolo bar che ho battezzato come il mio ufficio, Ho seguito e mi ha guardato. E anche se la situazione a volte essere un po 'assorbente, Ho sempre avuto un sorriso pronto. Per loro ero una boccata d'aria fresca, novità, l'occasione ideale per soddisfare la sua curiosità senza limiti di un mondo che a loro loro è stato posto il veto. Io ero il suo ponte, il suo spioncino, la sua finestra.

E, naturalmente, avevano storie tristi, molti separati da famiglie, genitori morti, villaggi bruciati, anni che vivono di nascosto nella foresta-, ma con la facilità di spiegare che parla della sua vita e. Erano abituati a tutti, ma si dimise. Al contrario: questo è un luogo dove, Soprattutto, speranza resiste. Si tratta di un triste e sconfitto. E 'un luogo di sorrisi, di sogni e il desiderio. Illusions castrati, di tempo; ma illusioni ordinano e del Capo.

Illusions castrati, di tempo; ma illusioni ordinano e del Capo

Poi venne il giorno in cui è tornato a fare uso della libertà ho dovuto tornare indietro attraverso quella strada tortuoso in quali giorni precedenti avevano accettato di campo. Era arrivato come insegnante e ho detto addio con la sensazione di aver imparato molto di ciò che aveva insegnato. Una topica? Forse. Ma il mio apprezzamento per tutto quello che ho imparato da loro vale molto di più di quanto il mio ego narrativo. Grazie. Ancora una volta.

Ho lasciato promettendo di ritornare. E l'ho fatto. Meno di un anno dopo. In questa seconda occasione, con l'obiettivo di creare un diario di campo, il "Karen Times". Ma questa è un'altra storia. E un altro post.

  • Condividere

Commenti (6)

  • Home

    |

    Grazie, Olga. E 'fantastico!

    Risposta

  • Alley vengono emessi

    |

    Ottimo pezzo. Essi dovrebbero leggere tutti a vedere la realtà il più vicino ad alcuni paradisi. Anche se il giornalista spiega bene che questo non era un dramma di essere un dramma. Mi è piaciuto molto. Congratulazioni.

    Risposta

  • Espe

    |

    Grazie per averci ricordato quanto amore c'è nel mondo

    Risposta

  • Olga Moya

    |

    Vivere che era incredibile. Sono contento se sono riuscito a raccontare un po 'più vicino alla realtà di quelle persone che andrò visitare una terza volta. Io gli prometto di nuovo. E ci incontreremo. Grazie!

    Risposta

  • Juan Antonio Portillo

    |

    Sensazionale Olga!!!!

    Trasmettere enorme energia e vitalità. E soprattutto di trasmissione con le parole che vengono dal cuore, non di narrazione ego.

    Mi è piaciuto….. e mi piace che il mondo ha gente come te!!!!!

    Risposta

  • Olga Moya

    |

    Grazie Juan Antonio! Questa è la cosa più bella che si poteva sentire (leggere)!

    Risposta

Scrivi un commento

Ultimi tweet