Canfranc: il treno oro corsa Hitler

Immagine precedente
Immagine successiva

informazioni intestazione

contenuti informazioni

Viaggi

Durante la Seconda Guerra Mondiale, il regime nazista che servono ad alimentare il loro delirante corsa schivando sorveglianza armi alleate. Dalla Francia occupata trasferito per ferrovia, in appena un anno e mezzo, tra 1942 e 1943, decine di tonnellate di oro per pagare il tungsteno che Hitler aveva bisogno di proteggere i loro carri armati. Il prezioso carico è arrivato con il treno in Spagna, attraverso i Pirenei, alla stazione internazionale Canfranc (Huesca), una presenza formidabile per il quale nessun viaggiatore dovrebbe essere un amante della storia passa da.

Nella vecchia stazione ferroviaria si respira un'atmosfera speciale, la stessa che permeava le tracce quando i viaggiatori dovrebbero formare rumorosa e accogliente e tranquillo e si raffredda il AVE. Ma se, come in questo caso, L'edificio ha quasi un secolo di storia alle spalle, e si trova in uno particolare posizione dei Pirenei in Huesca, la visita è pura devozione.

Il viaggiatore ha viaggiato molte volte maestosa stazione Canfranc e sempre ha aggredito una profonda depressione, da qualche parte tra malinconia e rabbia, come è stato contemplando il suo progressivo deterioramento. Pochi anni fa, per fortuna, quella sensazione amara è andato, per sed ha intrapreso una ristrutturazione ambizioso che contribuirà a recuperare un po 'gloria perduta. Non sarà mai lo stesso, corso, perché i visitatori non possono camminare da soli, come sopra, fasci di quel corridoio moquette, o navigare nei vecchi XIX dimensioni armadietti, venire ai nostri sportelli o piccole storie quotidiane in stato di gravidanza. Ma, ritorno, coloro che vengono ora Canfranc-Station (da non confondere con la gente Canfranc, l'originaria città, con la quale il viaggiatore avrà presto se si guida da Jaca) potranno ammirare l'avanzamento dei lavori, già a buon punto, e la stoffa stazione recuperati.

La tanto attesa riapertura

Un'altra volta il timbro, le loro piattaforme vuote e arrugginite edifici sono sempre stati un grande esempio di resistenza, la tenacia encomiabile di perdente che si rifiuta di piegare il ginocchio. Nel contemplare il loro tetto in ardesia distintivo, pensa che è soprattutto un simbolo dell'Alta Aragona, ilad espressione di un desiderio collettivo: la tanto attesa riapertura della linea ferroviaria che collega Francia e Spagna, progetto eternamente in ritardo che sembra appendere una condanna a morte che nessuno osa a firmare.

Le sue piattaforme vuote e arrugginite edifici sono sempre stati un grande esempio di resistenza, la tenacia encomiabile di perdente che si rifiuta di piegare il ginocchio

Un Venerdì Santo 1970, un treno diretto strada cittadina francese di Bedous avuto un incidente sul ponte di L'Estanguet e cadde nel fiume. Non ci sono state vittime, ma la battuta d'arresto è stato il pretesto di cui aveva bisogno la SNCF, la rete ferroviaria francese, per chiudere la linea, che era stata inaugurata 42 anni prima in stile da Alfonso XIII e Gaston Doumergue, Gallo Presidente, dopo quasi mezzo secolo di opere. Unico modo nelle viscere del massiccio dei Pirenei attraverso un tunnel di circa cinque miglia, un compito arduo per il tempo, sono voluti quattro anni. Quando le due gallerie sono stati infine avanzare nel mese di ottobre 1912, Spagnolo e francese gridato all'unisono: "Non ci sono Pirenei!".

Il resiste canfranero

Il quadro della stazione è incomparabile. Custodito su entrambi i lati da montagne di una bellezza nuda senza artifici, ilper visualizzare inevitabilmente presto sfugge alle pendici dei Pirenei che portano alla Ip circo e Collarada, il referente di tutta la valle d'Aragona. Il viaggiatore non dovrebbe dare, Nonostante i lavori, a circondare i motivi della stazione e camminare tra il mare di strade secondarie, dove si può avere un'idea delle proporzioni delle infrastrutture quasi centenaria. E non stupitevi se, inaspettatamente, un convoglio era in difficoltà ADA (Before The Ave) viaggio alla stazione di paga. Il canfranero leggendaria continua a coprire il percorso tra Saragozza e popolazione Altoaragonesa, nostalgia del passato, il viaggio terminato quando l'altro lato della Ande, che collegava con la rete francese attraverso la città e Pau Oloron. Se non in fretta, fare quel viaggio in treno (o almeno da Huesca) è un ottimo modo per avvicinarsi Canfranc.

Papers abbandonata

La stazione è sopravvissuto alla crisi 29 e l'apertura di collegamenti ferroviari con la Francia attraverso Irun e Port Bou. E durante la Seconda Guerra Mondiale, era testimone silenziosa del passaggio di oro nazista con la quale il Terzo Reich pagato tungsteno di spedizione, il minerale utilizzato per schermare i serbatoi, eludere l'embargo commerciale da parte degli Alleati. 
 Un autista di autobus francese ha scoperto nel corso dell'anno 2000, tra i file lasciati sul molo della dogana vecchia, documenti comprovanti l'arrivo delle spedizioni di oro da Olanda e Belgio, poi occupata dai nazisti, Canfranc e sono stati caricati sui camion per essere instradati. Non tutto era in Spagna. Il dittatore portoghese Salazar e Sud America, fornitori di prezioso minerale, erano diversi da loro destinazioni.

Secondo il giornalista Ramon J. Campo, arrivati ​​alla stazione in treno in circa 50 punti almeno 86,6 tonnellate d'oro (in confezioni da cinque barre) tra l'estate 1942 e in inverno 1943. Oggi, loro valore di mercato sarebbe di circa 1.000 milioni di euro.

Alcuni pezzi di grandi dimensioni, questi sono alcuni dei molti argomenti ci sono da visitare la stazione di Canfranc, Con tale, come il famoso regeneracionista Joaquin Costa, Spagna è entrato "vita moderna".

il modo in cui
Da Huesca, seguire le indicazioni per il porto di Jaca Monrepos, attualmente in costruzione (se si desidera viaggiare più tranquilla, si può utilizzare il Santa Barbara, anche se più km), e continuano a Francia dal Somport. Canfranc-Station è l'ultimo paese prima di raggiungere il confine con la Francia. Fare attenzione a non andare al paese vicino attraverso il tunnel del Somport. Devi girare a destra appena prima. È indicato.

un pisolino
In città, Si può optare per la Villa Anayet (Pza. José Antonio, 8), tranquilla, con bella vista. A 15 minuti di auto, l'hotel in Jaca è abbondante.

un set da tavola
Se si vuole gustare la buona cucina a casa a un prezzo accessibile: Casa Sisas (Albareda, 17), Canfranc-Pueblo, un po 'più lungo la strada per Jaca.

altamente raccomandato

Il forte vicino Coll de Ladrones, costruita su un tempo antica fortificazione di Filippo II, era un requisito del ministero della guerra per dare il cenno alla linea ferroviaria. Arroccato su una roccia, controlla la valle alle porte della Francia. Si può arrivare in auto, da un brano, che inizia a destra della strada fino a Candanchú (appena passato un ponte) in quindici minuti. È stato abbandonato per anni, ma in estate ci sono anche visite guidate. strette scale scavate nella roccia fino a una scappatoia permettendo a chi non soffre di claustrofobia.

-Ci sono due opere che sono un riferimento. "Canfranc. Il mito ", Santiago Parra e altri (Pirineum editoriale) è la revisione finale circa lo splendore e il declino della stazione ferroviaria internazionale."L'oro nazista in cambio di tungsteno", Ramon J. Campo, La storia abbonda qui brevemente ricordare.

  • Condividere

Commenti (1)

  • Raul Sierra

    |

    Tutti i Pirenei di Huesca è una delizia, , ma Canfranc e la valle d'Aragona ha un fascino speciale. Ha evocato tanti ricordi della storia..

    Risposta

Scrivi un commento

Ultimi tweet

Nessun tweets trovato.